'Ndrangheta, Rocco Morabito evade dal carcere in Uruguay: era il "re" della cocaina a Milano

Il boss dovrebbe scontare 30 anni in Italia. Era in attesa dell'estradizione

Il boss Morabito e la piscina della sua villa

E' fuggito dal carcere di Montevideo, capitale dell'Uruguay, il boss della 'ndrangheta Rocco Morabito, 53 anni, condannato in Italia per avere gestito per anni il traffico di cocaina tra il Sud America e Milano e recluso in Sud America dal mese di settembre del 2017. Secondo le informazioni, è evaso insieme ad altri tre detenuti, mentre tutti erano ricoverati in osservazione nei locali dell'infermeria. La corte d'appello uruguaiana aveva concesso l'estradizione per il boss, che deve scontare una pena definitiva di 30 anni per traffico di droga. I suoi legali avevano però presentato un ricorso alla corte suprema di giustizia. 

La fuga sarebbe avvenuta attraverso un passaggio dal tetto, da cui i quattro si sono poi calati per finire in una fattoria confinante col penitenziario. Esponente di spicco della cosca Morabito di Africo (nella Locride), considerato uno dei criminali più pericolosi, aveva ottenuto documenti uruguaiani presentando documenti brasiliani col nome di Francisco Capeletto. Dopo sei mesi di attività di intelligence, era stato arrestato in un hotel di Montevideo.

Viveva nel lusso

Morabito viveva però in una villa con piscina, circondato dal lusso, nella località di Punta del Este. Secondo le condanne che gli sono state comminate, dal 1988 al 1994 è stato a capo di un gruppo di narcotrafficanti e organizzava il trasporto di droga dal Sud America all'Italia, gestendone la distribuzione a Milano. Nel 1992 furono sequestrati 592 chili di cocaina e nel 1993 ben 630 chili sempre di cocaina, nell'ambito di due diverse operazioni riferite al traffico gestito da Morabito.

Saputa la notizia della fuga, il ministro dell'Interno Matteo Salvini ha promesso che l'Italia continuerà a dargli la caccia e chiederà al governo uruguaiano spiegazioni sull'evasione. Rocco Morabito scampò a un agguato omicida nel 1990. E' parente di Giuseppe Morabito "Tiradrittu", 85enne, recluso al carcere di Bollate.

Potrebbe interessarti

  • A Milano gli rubano la bici con cui sta viaggiando per il mondo, l'appello: "Aiutatemi"

  • Intolleranza al lattosio: come riconoscerla

  • Come avere i finanziamenti per riqualificare energeticamente la casa a Milano

I più letti della settimana

  • Appena arrivato a Malpensa inizia a tremare: muore 28enne 'mulo' del narcotraffico

  • Milano, due fratelli morti in una casa a Baggio: uno ucciso a coltellate, un altro impiccato

  • Morto il fumettista milanese AkaB, Gabriele Di Benedetto: aveva solo 43 anni

  • La notte folle di un uomo: fa sesso con una prostituta, poi ‘spara’, la rapina e si accoltella

  • Incidente a Zibido, si schianta alla rotatoria e l'auto si ribalta più volte: morto un 32enne

  • Zibido, si schianta con l'auto della mamma alla rotatoria: Francesco muore sul colpo a 32 anni

Torna su
MilanoToday è in caricamento