Allianz Cloud, la ventilazione non fa dormire gli abitanti del quartiere

L'impianto è stato spento dopo le nove di sera ma ora gli esperti dovranno capire se c'è un guasto o come isolare meglio l'Allianz

L'Allianz Cloud, ovvero il nuovo Palalido ricostruito, non ha pace. Ci sono voluti anni per portare a termine la costruzione, con un cantiere che definirlo tormentato è fargli un complimento, ed ora, inaugurato da meno di un anno, sta già dando problemi a chi vive intorno.

Problemi di rumore, soprattutto notturno. Ma gli eventi sportivi non c'entrano. Il rumore è quello del sistema di ventilazione e climatizzazione interno, che fino a qualche giorno fa funzionava ininterrottamente. Provocando proteste e lamentele da parte dei residenti in piazzale Stuparich e nelle vie limitrofe all'impianto.

Il Municipio 8, ricevute le lamentele, si è attivato e ha dialogato con Milanosport, che ha fatto spegnere la ventilazione dalle 21 in poi, nelle ore notturne, per mettere una pezza al problema. Così, almeno, gli abitanti possono ora dormire tranquillamente. La questione però non è finita, perché potrebbe esserci anche un malfunzionamento dell'impianto, da risolvere a prescindere dallo spegnimento notturno.

Anche perché, in vista dell'estate e dell'aumento della necessità di climatizzare l'impianto, il rumore potrebbe comunque crescere nelle ore diurne. Motivo per cui è stato coinvolto un team di esperti per studiare una soluzione. Bisognerà capire se il sistema ha un guasto e poi, eventualmente non l'avesse, trovare un modo per rendere più isolato l'impianto sportivo dall'esterno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Entro febbraio, uno studio di ingegneria chiuderà la parte dei rilievi per individuare due o tre posizioni in cui mettere rilevatori acustici, al fine di verificare l'intensità del rumore e decidere - se è fuori i limiti di legge - se intervenire sulle pompe di calore o provvedere all’installazione di barriere isolanti», ha spiegato Enrico Fedrighini, da poco consigliere comunale e in precedenza assessore al verde del Municipio 8, per aggiornare gli abitanti sulla situazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • Coronavirus, il bollettino: 441 nuovi casi in Lombardia, ma terapie intensive sotto i 200

  • Spostamenti fuori regione dal 3 giugno: la Lombardia rischia di rimanere chiusa altre 2 settimane

  • Coronavirus, bollettino: altri 285 casi. "Nessun decesso segnalato" in Lombardia in un giorno

  • Esibizione Frecce Tricolori in Lombardia: video e immagini esibizione lunedì 25 maggio

  • Milano, i clienti non rispettano le norme anti Coronavirus: il pub decide di 'auto chiudersi'

Torna su
MilanoToday è in caricamento