Tassista aggredito, Salvini: “Bisogna dotarli di spray e sfollagente”

L'esponente della Lega Nord attacca: "Spiace per il cane morto ma per i padroni distratti bisogna raddoppiare le multe in caso di passeggio senza guinzaglio". Durissima la reazione a sinistra

La rissa che causato il coma di un tassista, ha provocato la reazione di Matteo Salvini esponente della Lega Nord che ha lanciato due proposte choc che hanno provocato durissime polemiche da parte dell'opposizione.

salvini-matteoSALVINI - "Come dimostra quanto avvenuto oggi a Milano - ha detto Salvini - quella del tassista è una professione a rischio, si permetta allora ai tassisti di dotarsi di strumenti di autodifesa, come spray urticanti e sfollagente fino al porto d'armi semplificato". Salvini ha aggiunto anche la richiesta di sanzioni più severe per chi passeggia sulle strade pubbliche con un cane senza tenerlo al guinzaglio: "Spiace per il cane morto - ha concluso Salvini - ma per i padroni distratti bisogna raddoppiare le multe in caso di passeggio senza guinzaglio".

PISAPIA - "No alla Milano come il Far west", ha tuonato Pisapia, uno dei candidati alle primarie del centrosinistra. "Non è più accettabile - spiega Pisapia - che Salvini, e altri della Lega e del PdL, dinanzi a fatti anche molto gravi li strumentalizzino e pensino di trasformare Milano in un saloon del Far West". Anziché di armi, l'avvocato propone che "i taxi vengano dotati a spese del Comune di dispositivi automatici di allarme che permettano ai tassisti di avvisare, in piena sicurezza personale, le forze dell'ordine".

stazione-taxiBOERI - "Credo siano irresponsabili e provocatorie le dichiarazioni del leghista Salvini, che trasforma un terribile episodio di cronaca in occasione di campagna elettorale", ha dichiarato il candidato alle primarie del centrosinistra per il sindaco di Milano Stefano Boeri. "Questa giunta comunale, al posto di convocare tavoli sulla sicurezza, dovrebbe spiegare ai milanesi - conclude - perché non sono stati sostituiti i 500 vigili urbani che sono andati in pensione. O ancora, perché non sono mai arrivati i 500 poliziotti chiesti dal sindaco due anni fa".

DECORATO CON SALVINI - "Quanto accaduto è un atto di violenza gravissimo che ha investito un lavoratore di una delle categorie più a rischio della città, perché tutti i giorni sono per strada, di giorno e di notte, per accompagnare i milanesi, i city users e i numerosi turisti che si spostano a Milano. E in quanto tale sono i più esposti ai tanti pericoli, come le rapine ad esempio. Ecco perché il Comune ha sempre dimostrato sensibilità ai problemi di sicurezza di questa categoria a rischio. Tanto che lo scorso anno ha destinato un milione euro ai titolari di licenza rilasciata a Milano per l'acquisto e l'installazione di sistemi di protezione antirapina, come telecamere e strumenti di localizzazione. Ed ecco perché convocherò martedì un tavolo con le organizzazioni sindacali dei taxisti e di Radiobus. Per valutare i loro suggerimenti e le loro proposte in merito a nuovi strumenti di difesa utili alla tutela della categoria da poter introdurre a livello normativo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, guardia giurata travolge motociclista, vede che è morto e si spara in testa: il dramma

  • Giovane morto travolto da un treno del metrò: Cassazione condanna l'agente di stazione di Atm

  • Primark apre un altro negozio milanese: il 4 dicembre inaugura il mega store al Fiordaliso

  • Influencer per sfida in piazza Duomo, torna la seconda volta: identificata con l'autista

  • "Raffiche di vento fino a 75 chilometri orari": a Milano scatta l'allerta meteo gialla

  • Milano, uomo si spoglia su un tram in pieno giorno e tenta di violentare una studentessa

Torna su
MilanoToday è in caricamento