Aggredì l'ex con l'acido, chiede una perizia psichiatrica e il rito abbreviato

Imputata una donna di 38 anni

Aveva chiesto di patteggiare una condanna a cinque anni, ma il giudice per l'udienza preliminare gliel'aveva negata; ora a Sara Del Mastro è stato invece accordato il processo con rito abbreviato, ma subordinato ad una perizia psichiatrica, esibendo un certificato in cui si attesta che la donna, oggi 38enne, nel mese di maggio del 2019 si era recata da uno specialista poche ore prima dell'aggressione con una sostanza a base di acido perpetrata, a Legnano, contro il suo ex fidanzato Giuseppe Morgante, oggi trentenne.

L'uomo si è costituito parte civile e non si oppone pregiudizialmente ad una perizia ad hoc, ma non vuole nemmeno che diventi un "escamotage" per non pagarer il conto con la giustizia.

L'aggressione con l'acido

Tutto era accaduto nella serata di martedì 7 maggio in via Dei Pioppi a Legnano, alle porte della cittadina dell'hinterland di Milano. Del Mastro, che perseguitava da diversi mesi Morgante, aveva seguito per l'ennesima il 29enne che era uscito alle 20.30 dalla fabbrica in cui lavorava. Non vedendolo arrivare a casa la madre lo aveva chiamato preoccupata e così il ragazzo le aveva raccontato di essere pedinato.

Giuseppe aveva così deciso di andare verso casa; il fratello gemello e la madre, per sicurezza, lo avevano aspettato davanti al portone. L'agguato era avvenuto in una frazione di secondo: quando Giuseppe aveva parcheggiato ed era sceso dall'auto, Sara lo aveva invitato dal finestrino ad avvicinarsi "per chiedere scusa". In pochi attimi gli aveva scagliato un bicchiere di acido in faccia. Poi lei se ne era andata a bordo della sua auto e aveva raggiunto la caserma dei carabinieri dove aveva denunciato tutto quello che era accaduto, mentre lui era stato soccorso e accompagnato prima all'ospedale di Legnano e poi al Niguarda con ustioni sul torace, sul braccio sinistro e sul viso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La denuncia a Le Iene

Alcuni giorni prima, il 19 aprile, Giuseppe Morgante aveva denunciato l'ex ragazza. I due erano stati fidanzati per un mese a fine 2018, dopo essersi conosciuti online su un sito d'incontri. Per oltre diciotto giorni i magistrati avevano avuto sul tavolo il quadro della situazione e nei confronti della ragazza non era stata emessa nessuna misura. Del caso, inoltre, si era occupata anche la trasmissione Le Iene di Italia 1: un apposito servizio sarebbe dovuto andare in onda proprio la sera dell'aggressione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, mascherine gratis in Lombardia: ecco dove ritirarle, a Milano sono 900mila

  • "Sono affamato": l'Esselunga gli regala la spesa, e lui sputa in faccia al vigilante

  • Coronavirus, a Milano continuano a crescere i contagi. Oltre 9mila morti in tutta la Regione

  • Coronavirus, a Milano 411 nuovi positivi in 24 ore: "La curva dei contagi è preoccupante"

  • Scuola e Coronavirus: "Incalzata, la ministra Azzolina ha abbandonato la chat. Surreale"

  • Coronavirus, per la Regione "dati confortanti" ma la crescita dei contagi (e dei morti) è senza fine

Torna su
MilanoToday è in caricamento