Teatro alla Scala, nel 2013-2014 si apre con la Traviata

Dieci titoli di lirica anziché tredici: colpa dei tagli. Il nome del dopo-Lissner entro luglio

Alla presentazione della stagione 2013-2014 del teatro alla Scala tiene banco soprattutto il ruolo di Stephane Lissner, che dal 2015 sarà a Parigi, e del suo successore, che arriverà a luglio 2013. Giuliano Pisapia, che della Scala è presidente in quanto sindaco di Milano, ha annunciato di voler fare in fretta, forse anche anticipando un po' i tempi, "per porre fine alle polemiche" sulla scelta. Pisapia ha anche rivelato che sta già esaminando i curriculum e facendo i colloqui con gli aspiranti sovrintendenti.

Si è lamentato il direttore musicale Daniel Barenboim. Non gli sono andate giù le polemiche sulla "italianità" del nuovo sovrintendente. "Che cos'è - ha affermato - l'italianità in musica? La differenza tra Verdi e Beethoven è il certificato di nascita? Penso di no". E ha citato Maria Callas ("La cantante che, nel XX secolo, ha rappresentato l'italianità è una greca"). Secondo Barenboim, il nuovo sovrintendente deve piuttosto essere una persona "che ha cultura e che sa fare programmazione".

TRE TITOLI IN MENO - Per quanto riguarda la programmazione della stagione 2013-2014, è stato annunciato un taglio: i titoli di lirica saranno dieci anziché tredici per ovviare alla futura riduzione dei contributi pubblici (420mila euro in meno dal Comune di Milano). "Siamo di fronte a scelte importanti nella difesa del ruolo di teatro pubblico della Scala", ha detto Stephane Lissner. I sindacati (Cgil, Cisl e Uil) si sono dichiarati preoccupati per un "seppur minimo taglio delle produzioni".

APRE LA TRAVIATA - Sarà la "Traviata" di Giuseppe Verdi ad aprire la stagione, il prossimo 7 dicembre, diretta da Daniele Gatti con la regia di Dmitri Tcherniakov. Di Giuseppe Verdi altri due titoli in cartellone, Il Trovatore e il Simon Boccanegra. Italiani saranno sette titoli su dieci, con Mascagni, Rossini, Donizetti oltre che Così fan tutte di Mozart.

LE OPERE - Ecco le opere che verranno rappresentate: La Traviata (Giuseppe Verdi), Le spectre de la rose - La rose malade - Cavalleria Rusticana (Michail Fokin, Roland Petit, Pietro Mascagni), Lucia di Lammermoor (Gaetano Donizetti), Il Trovatore (Giuseppe Verdi), La sposa dello zar (Nikolaj Rimskij-Korsakov), Les Troyens (Hector Berlioz), Elektra (Richard Strauss), Così fan tutte (Wolfgang Amadeus Mozart), Le Comte Ory (Gioachino Rossini), Simon Boccanegra (Giuseppe Verdi).

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Milano, sciopero generale venerdì 3 febbraio

    • Cronaca

      "Mi faccio esplodere in commissariato". Cacciato dall'Italia il capo dei pusher

    • Cronaca

      Sfruttano nomi di star internazionali: maxi truffa da 20 milioni per un resort extralusso

    • Cronaca

      Il papà che ogni giorno scrive una lettera per “Papo superhero”, suo figlio morto a 10 anni

    I più letti della settimana

    • Tentato suicidio in metrò: linea verde sospesa, bus sostitutivi

    • All’aeroporto di Malpensa arrivano le “mini camere” in stile hotel per dormire | Video

    • Milano, ripartono i lavori per prolungare le metro M1 e M5: ecco tutte le nuove fermate

    • Omicidio a Milano, il racconto del marito: “Abbiamo fatto l’amore, poi l’ho ammazzata”

    • Sparatoria in una discoteca in Messico: ucciso Daniel Pessina, un giovane cuoco milanese

    • Emergenza ghiaccio a Milano, boom di cadute e incidenti: centinaia di feriti in una mattinata

    Torna su
    MilanoToday è in caricamento