Sciopero generale 8 marzo, a rischio i mezzi Atm: orari dello stop per metro, autobus e tram

Venerdì 8 marzo si fermano i mezzi a Milano. Gli orari e le fasce di garanzia dello stop

Potenziale "venerdì nero" in arrivo. L'8 marzo è infatti il giorno scelto dai sindacati e dall'associazione femminista "Non una di meno" per lo sciopero generale

I maggiori disagi, come sempre, potranno verificarsi nel settore dei trasporti, con lo "spettro" della paralisi per le città, Milano compresa. I pendolari milanesi, infatti, si troveranno a fare i conti con una vera e propria serrata, che durerà per 24 ore e che metterà a rischio anche i treni Trenord

Sciopero 8 marzo: orario mezzi Atm

"Per venerdì 8 marzo la Confederazione Unitaria di base Cub e l’Unione Sindacale di Base Usb hanno proclamato uno sciopero Generale Nazionale di 24 ore con rivendicazioni riguardanti la violenza maschile sulle donne, le discriminazioni di genere, contro la precarietà e la privatizzazione del Welfare, il diritto ai servizi pubblici gratuiti e accessibili, al reddito universale e incondizionato, alla casa, al lavoro, alla parità salariale, all’educazione scolastica, alla libertà di movimento, per le politiche di sostegno alla maternità e paternità condivisa”, ha informato Atm.

"A Milano l’agitazione del personale viaggiante e di esercizio sia di superficie sia della metropolitana - ha chiarito l'azienda - è prevista dalle 8,45 alle 15,00 e dalle 18,00 al termine del servizio".

Quindi i mezzi circoleranno di sicuro soltanto nelle due fasce di garanzia solite: da inizio servizio fino alle 8.45 e dalle 15 fino alle 18. 

Corteo a Milano e motivi dello sciopero

Nello stesso giorno sotto la Madonnina si terrà anche il corteo dell'orgoglio femminista, organizzato - come sempre - proprio da "Non una di meno"

"Lo sciopero nasce dalla necessità di rimettere al centro del discorso le disuguaglianze e la violenza di genere, in tutte le forme attraverso le quali pervadono l’intero arco della vita delle donne", spiega in una nota il collettivo.

"Uno sciopero dalle attività produttive e dai consumi, dal lavoro domestico e di cura, che ancora troppo spesso grava in via esclusiva sulle donne, siano esse native o migranti, che fungono da ammortizzatore sociale di un welfare sempre più privatizzato. Uno sciopero per dire basta alla violenza sulle donne, ai femminicidi, alle discriminazioni di genere e alle molestie nei luoghi di lavoro. Per il riconoscimento ed il finanziamento dei Centri Antiviolenza ed il sostegno economico per le donne che denunciano le violenze".

Foto - La locandina dello sciopero

sciopero non una di meno 8 marzo-2

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Milano usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

  • A Milano gli rubano la bici con cui sta viaggiando per il mondo, l'appello: "Aiutatemi"

  • Intolleranza al lattosio: come riconoscerla

  • Prova costume e pancia piatta: l’insormontabile sfida di ogni estate

  • Come avere i finanziamenti per riqualificare energeticamente la casa a Milano

I più letti della settimana

  • Milano, donna accoltellata in pieno centro: fendenti alla gola con una bottiglia, è grave

  • Appena arrivato a Malpensa inizia a tremare: muore 28enne 'mulo' del narcotraffico

  • È morta Nadia Toffa, addio alla conduttrice de "Le Iene" che lottava contro il cancro

  • Morto il fumettista milanese AkaB, Gabriele Di Benedetto: aveva solo 43 anni

  • Milano, dramma davanti al Tribunale: donna precipita e muore mentre pulisce i vetri. Foto

  • Milano, dramma a Rogoredo: ragazza di 28 anni muore travolta da un treno in stazione

Torna su
MilanoToday è in caricamento