Sciopero nazionale dei trasporti: a Milano si fermano metro, tram, autobus Atm e treni

Sciopero di 24 ore. Trasporto pubblico fermo per quattro ore, stop ai treni per otto. Dettagli

Sciopero dei mezzi in arrivo. Venerdì 17 maggio 2019 è infatti il giorno scelto dal sindacato Usb lavoro privato per la propria agitazione, che rischia di mettere in ginocchio i trasporti in tutta Italia. Lo sciopero, come riferito dal sito del ministero delle infrastrutture e dei trasporti, è stato proclamato lo scorso 15 aprile. L'agitazione è stata confermata ed è ancora presente nella lista del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti. 

La stessa Usb ha già fornito le linee guida per gli orari delle agitazioni: il trasporto pubblico locale - a Milano metro, bus e tram di Atm - si fermerà per quattro ore, mentre i lavoratori del settore ferroviario - Trenord, Italo e Trenitalia - potranno incrociare le braccia per otto ore, dalle 9 alle 17. 

Lo scontro tra Usb e governo

Lo sciopero arriva come pagina finale di un lungo scontro tra il sindacato e il governo. 

L'Usb aveva infatti proclamato per il 12 aprile uno sciopero generale, che è poi stato revocato. Da lì la scelta di indire una serie di manifestazioni, cortei e agitazioni che culmineranno nello sciopero generale dei trasporti.

"Alla decisione arbitraria e pretestuosa di vietare lo sciopero generale del 12 aprile, l’Unione Sindacale di Base risponde con tre giorni di iniziative e mobilitazioni dall’11 al 13 aprile, lo sciopero generale del Pubblico Impiego il 10 maggio e lo sciopero generale di tutti i trasporti il 17 maggio", si legge in una nota del sindacato.

"Usb si mobilita dunque in difesa del diritto di sciopero, oltraggiato dalla commissione in barba alle garanzie costituzionali, e a sostegno della piattaforma generale di lotta che era alla base della mobilitazione del 12 aprile", conclude la sigla.

I motivi dello sciopero generale

E la lotta del 12 aprile era nata - aveva spiegato lo stesso sindacato - "contro le politiche di austerity che l'Unione europea impone ai paesi del sud dell'Europa" e "per l'abrogazione totale della Legge Fornero". 

E ancora: "Per l'istituzione di un vero reddito di cittadinanza, universale e incondizionato" e per "la crescita dei salari e l'abbassamento delle tasse anche al lavoro dipendente".

Sciopero generale dei mezzi a Milano

Dopo il "divieto" per il 12 aprile, Usb ha deciso quindi di rispondere con un calendario di proteste e agitazioni. 

Quindi il 10 maggio ci sarà lo sciopero generale di tutti i lavoratori del pubblico impiego e della scuola e una settimana dopo - venerdì 17 maggio - sarà la volta dei lavoratori del settore dei trasporti. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Milano usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

  • Schiamazzi e lite furibonda all'una di notte in strada

  • Perchè è importante cambiare le lenzuola del letto

  • Pulizia della lavastoviglie: tutti i consigli utili

  • Come svegliarsi bene la mattina: 6 consigli pratici

I più letti della settimana

  • Follia sul bus a Milano, autista picchiato a sangue: la foto denuncia dell'occhio tumefatto

  • E' morto a Milano Enrico Nascimbeni, aveva 59 anni

  • Sciopero dei mezzi a Milano, giovedì stop a metro, tram e bus Atm: gli orari dell'agitazione

  • Assorbenti, coppette mestruali e sex toys: a Milano il primo negozio dedicato alla vagina

  • Ragazzo di ventidue anni sparito da oltre un mese: ritrovato a Milano, dormiva in strada

  • Lavoro, multinazionale giapponese assume mille persone in Italia: 400 solo a Milano

Torna su
MilanoToday è in caricamento