Atalanta-Dinamo Zagabria, tensione fuori dal Meazza: scontri tra le due tifoserie, otto feriti

Doppio contatto tra croati e atalantini nella zona del Meazza. Otto tifosi bergamaschi feriti

Un momento degli scontri

Tensione altissima martedì sera al Meazza, teatro della partita di Champions League tra Atalanta e Dinamo Zagabria. Prima della gara, già "bollata" come ad alto rischio, si sono verificati scontri tra le due tifoserie, storicamente rivali. 

Il primo momento di tensione si è registrato in via Don Gnocchi, zona stadio, dove un 50enne, un 21enne e un 14enne - tutti italiani - sono stati aggrediti mentre scendevano dalla loro auto. I tre, stando alle primissime informazioni raccolte, sono stati accerchiati e colpiti da un gruppetto di tifosi, che ha poi fatto perdere le proprie tracce. Il 21enne è stato portato al San Carlo in codice verde, mentre gli altri due - anche loro feriti - sono stati medicati sul posto. 

Video | Gli scontri fuori da San Siro

Scontri fuori dal Meazza

Praticamente in contemporanea, un secondo momento di contatto si è verificato davanti al Meazza. Fuori dal gate 4, sempre secondo le prime ricostruzioni, gruppi di croati e bergamaschi - in buon numero - sarebbero venuti a contatto tra di loro e sarebbero stati divisi dalla polizia in assetto antisommossa.

Poco distante, all'ingresso 7, si sono ripetute scene praticamente identiche, con protagonisti sempre gli ultras della Dinamo che hanno avvicinato i bergamaschi che in quel momento erano in fila per entrare. Il bilancio finale è di cinque atalantini feriti, tutti tra i trenta e i quaranta anni: quattro sono stati medicati sul posto e uno si è presentato poco dopo al San Carlo. 

Il corteo in centro

Nel pomeriggio era andato in scena il lungo corteo dei tifosi della Dinamo, guidati dal gruppo Bad Blue Boys, che sono partiti dall'Arco della Pace e hanno sfilato fino a San Siro.

La "marcia", scandita da un paio di petardi, si era svolta senza particolari problemi dal punto di vista dell'ordine pubblico e i circa 2mila tifosi erano stati "sistemati" nello spazio fuori dai loro ingressi. Proprio in quel momento, circa quaranta croati si sarebbero staccati e avrebbero raggiunto i rivali ai gate 4 e 7 prima di essere nuovamente bloccati dalla polizia. 

Daspo e niente stadio

Proprio la polizia ha denunciato sei tifosi croati fuori dal Meazza perché trovati in possesso di fumogeni. La stessa sorte era toccata ad altri tre, fermati in mattinata. Per tutti sono già state avviate le pratiche per il Daspo. 

Quattro ultras della Dinamo sono rimasti feriti mentre cercavano di scavalcare le delimitazioni del parcheggio ospiti e sono stati medicati in infermeria. 

In 150, invece, sono stati bloccati fuori dal Meazza perché senza biglietto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio alla guida, accosta e ferma i vigili: "Documenti grazie, devo farvi la multa"

  • Milano, incidente in via Trevi: Smart si ribalta e piomba dentro al negozio di kebab, un morto

  • Incidente fra tre camion sull'A4, autostrada chiusa e traffico in tilt: i percorsi alternativi

  • Milano, festino a base di cocaina, hashish e marijuana nell'hotel di lusso: arrestato 32enne

  • Margherita, Capricciosa e droga: arrestato titolare di una pizzeria, spacciava nel locale

  • Riapre corso Plebisciti: via libera alle auto dal 29 gennaio, come cambiano i mezzi Atm

Torna su
MilanoToday è in caricamento