Tifoso morto durante gli scontri prima di Inter-Napoli: ecco le armi utilizzate per l'agguato

Nel giardinetti di via Fratelli Zoia abbandonati fumogeni, una roncola e un martello

Le armi - Frame da video Skytg 24

Una sorta di campo di battaglia, tra fumogeni, cocci di vetro e armi, vere e proprie armi. Si presentava così giovedì mattina il parchetto tra via Fratelli Zoia e via Novara, teatro mercoledì sera degli scontri tra tifosi di Inter e Napoli poi costati la vita a Daniele Belardinelli, il 35enne morto investito da un suv durante i tafferugli

Scontri prima di Inter-Napoli, un morto | Video

In mattinata, come mostrato dalle telecamere di Skytg24, nell'area verde erano ancora visibili i segni della battaglia, tanto che sul presto sono a lungo rimasti un martello e una roncola, con ogni probabilità usati dagli ultras nerazzurri per compiere un agguato ai rivali napoletani. 

Il nuovo video amatoriale degli scontri a Milano

Stando a quanto finora accertato dalla Questura, infatti, cento di tifosi di casa - con i gemellati di Varese e Nizza - verso le 19.30 avrebbero aggredito i partenopei che stavano arrivando allo stadio a bordo di minivan e senza scorta. Dopo lo scontro fisico, molto violento, Belardinelli - capo ultrà della curva del Varese - è stato travolto da un Suv, il cui conducente è al momento ricercato. 

Portato al San Carlo e operato d'urgenza, il 35enne è stato dichiarato morto all'alba di giovedì. In quelle stesse ora, la polizia ha arrestato tre ultras dell'Inter che - stando agli accertamenti - avrebbero preso parte all'agguato e ai successivi scontri. 

Potrebbe interessarti

  • A Milano gli rubano la bici con cui sta viaggiando per il mondo, l'appello: "Aiutatemi"

  • Intolleranza al lattosio: come riconoscerla

  • Come avere i finanziamenti per riqualificare energeticamente la casa a Milano

I più letti della settimana

  • Appena arrivato a Malpensa inizia a tremare: muore 28enne 'mulo' del narcotraffico

  • Milano, due fratelli morti in una casa a Baggio: uno ucciso a coltellate, un altro impiccato

  • Morto il fumettista milanese AkaB, Gabriele Di Benedetto: aveva solo 43 anni

  • La notte folle di un uomo: fa sesso con una prostituta, poi ‘spara’, la rapina e si accoltella

  • Omicidio suicidio a Milano: ammazza il fratello a coltellate, poi si impicca al balcone di casa

  • Incidente a Zibido, si schianta alla rotatoria e l'auto si ribalta più volte: morto un 32enne

Torna su
MilanoToday è in caricamento