Scontri tra tifosi per Inter Napoli e razzismo, la Fifa: "Vanno cambiate le leggi e applicate"

"I dirigenti sportivi abbassino i toni, perché certa aggressività che poi sfocia in razzismo o violenza"

Gli scontri

"E' inconcepibile che ancora si possa morire per una partita di calcio. Leggi dure, andare a cercare i violenti uno per uno, e metterli dentro. Come fece la Thatcher in Inghilterra": il presidente della Fifa Gianni Infantino ribadisce la necessità del pugno duro contro la violenza commentando la morte dell'ultrà fuori San Siro prima di Inter - Napoli.

"Vanno cambiate le leggi, soprattutto vanno applicate - ha detto a Skysport - Basta guardare i paesi che hanno avuto situazioni ben più gravi dell'Italia. I violenti non sono tanti, vanno presi e messi fuori dal calcio. Così si rompe il ciclo vizioso".

Infantino sugli insulti razzisti

"I dirigenti sportivi abbassino i toni, perché certa aggressività che poi sfocia in razzismo o violenza a volte è anche dovuta a toni non sempre adatti di alcuni dirigenti. Servono atti concreti per fermare la violenza e il razzismo negli stadi".

Ha proseguito Infantino, da Dubai, dove si trova per il Globe Soccer, parlando a Skysport. Ha detto di aver provato "tristezza e sdegno" per gli insulti razzisti rivolti da una parte dei tifosi interisti al giocatore del Napoli nell'ultima partita di campionato, il 26 dicembre scorso.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Clienti delusi dal villaggio di Natale di Milano, proteste sui social e richieste di rimborso

  • Incidente in viale Bezzi, schianto tra un filobus della 91 e un camion per la raccolta rifiuti

  • I politici romani prendono in giro l'albero di Milano: "Che schifo il vostro ferracchio"

  • "Puoi spostarti?": ragazza prende a schiaffi un uomo sull'autobus Atm, ma lui è sordomuto

  • Milano, uomo trovato morto sul marciapiedi: sul posto la scientifica

  • Milano, la figlia neonata di una detenuta non respira: agente della penitenziaria la salva così

Torna su
MilanoToday è in caricamento