"I froci non sono naturali": scritta omofoba fuori dal liceo Severi, la reazione della preside

La preside condanna la scritta e invita tutti a leggere l'articolo 3 della Costituzione

La scritta - Foto Ansa

Altro blitz firmato dall'estrema destra fuori dal liceo Severi di Milano. Lunedì mattina, infatti, davanti al cancello d'ingresso sull'asfalto è comparsa la scritta: "È inutile giustificarli con la biologia. I froci non sono naturali". Accanto alla frase, tracciata di bianco, c'era il simbolo di "Blocco studentesco", la formazione giovanile di CasaPodund. 

Ad aprile scorso, proprio fuori dallo stesso istituto, sempre il "Blocco" aveva affisso lo striscione "basta Anpi nelle scuole" prima di una assemblea dal titolo "Fascismi vecchi e nuovi" con la partecipazione dell'attore Moni Ovadia e dello scrittore Tiziano Tussi.“

La dirigente scolastica dell'istituto ha diffuso ieri una circolare rivolta a studenti, insegnanti e personale scolastico per esprimere il "forte dissenso nei confronti della scritta omofoba e ingiuriosa". Per ribadire i valori condivisi dell'istituto la preside ha invitato tutti a rileggere nelle aule l'articolo 3 della Costituzione italiana, che stabilisce che tutti i cittadini hanno pari dignità sociale senza distinzione di sesso, razza, lingua, religione, opinioni politiche e condizioni personali e sociali. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I politici romani prendono in giro l'albero di Milano: "Che schifo il vostro ferracchio"

  • Incidente in viale Bezzi, schianto tra un filobus della 90 e un camion per la raccolta rifiuti

  • "Puoi spostarti?": ragazza prende a schiaffi un uomo sull'autobus Atm, ma lui è sordomuto

  • Milano, uomo trovato morto sul marciapiedi: sul posto la scientifica

  • Milano, la figlia neonata di una detenuta non respira: agente della penitenziaria la salva così

  • Incidente in autostrada A4 tra Agrate e la Tangenziale Est: nove chilometri di coda

Torna su
MilanoToday è in caricamento