Fabbrica di scarpe senza permessi, sequestro e multe

Tre denunce, due lavoratori senza permesso di soggiorno, casa accatastata come agricola: i dettagli del sequestro

Il sequestro

Lavoratori in nero, alcuni senza permesso di soggiorno, in un opificio di Mortara specializzato nella produzione di calzature. I carabinieri e gli ispettori del lavoro hanno ordinato la sospensione dell'attività e sequestrato la struttura, accatastata come casa agricola. L'operazione alle due del pomeriggio di venerdì 11 aprile.

Denunciata la titolare, J.X., una donna cinese di 38 anni, anche con l'accusa di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina perché all'interno dell'opificio sono stati trovati un ragazzo di 23 anni e una ragazza di 24, di nazionalità cinese, privi del permesso di soggiorno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le sanzioni ammontano in tutto a oltre 23 mila euro. Indagini in corso per capire se le griffes del Made in Italy trovate sulle calzature sono opera di contraffazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'odissea sul Ryanair: imbarco negato con il biglietto e ragazzo 'abbandonato' in aeroporto

  • Consultori di Milano: indirizzi, orari e numeri utili

  • Milano, 15 volanti danno la caccia a un uomo: il folle inseguimento finisce in Buenos Aires

  • Omicidio in via Trilussa a Milano, sale dal vicino nel cuore della notte e lo uccide

  • Elena e Diego, i gemellini milanesi uccisi dal loro papà: ecco le prime verità dell'autopsia

  • Incidente a Carpiano, scontro tra due auto piene di bambini: bimba di 7 mesi grave

Torna su
MilanoToday è in caricamento