Trezzano Sul Naviglio, scoperti quasi 2 milioni di prodotti cinesi contraffatti

L'operazione dei carabinieri

I carabinieri della compagnia di Corsico (Milano), hanno denunciato due cittadini cinesi responsabili di avere posto in commercio e custodito oltre quasi due milioni di prodotti di fabbricazione cinese di vario genere in alcuni capannoni a Trezzano sul Naviglio. La merce contraffatta, era composta da giocattoli, elettrodomestici, materiale elettrico e casalinghi vari, riporta il marchio “China Export” (C E) anziché quello CE, traendo così in inganno il consumatore (vedi il video).

I due indagati, già noti alle forze di polizia per analoghi episodi, sono stati inoltre deferiti in stato di libertà per gli abusi edilizi riscontrati presso uno dei due capannoni usati come depositi.

L’intervento è stato eseguito insieme con la  guardia di finanza di Corsico e della polizia locale di Trezzano Sul Naviglio (MI). Gli accertamenti proseguono per stabilire la specifica provenienza delle merci e la pericolosità del materiale rinvenuto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio alla guida, accosta e ferma i vigili: "Documenti grazie, devo farvi la multa"

  • Incidente a Trezzano, auto passa col rosso e si schianta con 2 macchine: 12enne gravissimo

  • Milano, incidente in via Trevi: Smart si ribalta e piomba dentro al negozio di kebab, un morto

  • Sete dopo la pizza? Ecco perchè ti viene

  • Gabriele e Risqi, morti nel tragico schianto in autostrada: la loro auto è finita sotto un tir

  • Milano, furto nella casa in Duomo: sparite valigie, 5mila euro e le chiavi della Porsche

Torna su
MilanoToday è in caricamento