Sequestro di 40 mila prodotti illegali in 24 negozi: erano i "fornitori" degli abusivi

La maxi operazione della polizia locale

Tutto è partito dagli abusivi di corso Vittorio Emanuele

Ben 40 mila prodotti illegali in 24 negozi sono stati sequestrati dalla polizia locale, nelle zone di via Paolo Sarpi e della Stazione Centrale. Tutto è partito dagli spostamenti dei venditori abusivi che si posizionano nelle vie più centrali della città, come corso Vittorio Emanuele e la galleria. Gli agenti sono riusciti a risalire ai luoghi di rifornimento, ovvero i negozi in cui giovedì 12 novembre sono scattati i controlli.

I sequestri hanno riguardato pile e accumulatori (33 mila pezzi) senza le indicazioni per lo smaltimento e risultate a elevata tossicità, ma anche batterie per cellulari pericolose (rischio di surriscaldamento), peluches con materiali nocivi. Ma anche 1.300 bastoni per i "selfie" e sacchetti di plastica non a norma. E ancora vario materiale elettrico senza i marchi di sicurezza, tra power bank, altoparlanti, cuffie, prese usb, telecomandi wifi.

I negozi sono stati sanzionati per più di un milione e 800 mila euro. I sequestri penali sono stati cinque, per mancata segnalazione sul riciclo di prodotti a rischio tossicità.

Potrebbe interessarti

  • Schiamazzi e lite furibonda all'una di notte in strada

  • Perchè è importante cambiare le lenzuola del letto

  • Pulizia della lavastoviglie: tutti i consigli utili

  • Come svegliarsi bene la mattina: 6 consigli pratici

I più letti della settimana

  • Follia sul bus a Milano, autista picchiato a sangue: la foto denuncia dell'occhio tumefatto

  • E' morto a Milano Enrico Nascimbeni, aveva 59 anni

  • Sciopero dei mezzi a Milano, giovedì stop a metro, tram e bus Atm: gli orari dell'agitazione

  • Assorbenti, coppette mestruali e sex toys: a Milano il primo negozio dedicato alla vagina

  • Ragazzo di ventidue anni sparito da oltre un mese: ritrovato a Milano, dormiva in strada

  • Malpensa, fagioli scambiati per ovuli di coca: brutta disavventura per un turista brasiliano

Torna su
MilanoToday è in caricamento