Seveso esondato, il sindaco Sala si difende: "Noi facciamo i lavori, ma senza le vasche..."

Il primo cittadino "protesta": "Senza le vasche di laminazione il problema non si risolverà"

Il Seveso esondato

"Senza le vasche la situazione non si risolverà". È la sentenza, dura, senza appello arrivata venerdì mattina dal sindaco di Milano, Beppe Sala, che nell'ormai consueto video "buongiorno da Palazzo Marino" ha fatto il punto della situazione dopo una notte di emergenza per l'esondazione del Seveso. 

Lo speciale | Seveso, storia di un'esondazione annunciata

"Stanotte è venuta giù una quantità di acqua pari a un terzo del totale da inizio anno, giusto per darvi la dimensione di quello che è successo", ha esordito il primo cittadino. "Sono stati una notte e una mattina di disagio per i cittadini - ha proseguito -. È successo che abbiamo avuto 5 ore di esondazione del Seveso, che abbiamo dovuto bloccare la M2 da Famagosta, che sono caduti alcuni alberi e alcuni hanno rallentato il flusso dei tram, che abbiamo dovuto evacuare la comunità di Don Mazzi e altre due comunità a Parco Lambro", ha riassunto Sala. 

Quindi, ecco l'attacco: "Ora, io voglio assicurarvi che stiamo facendo tanti lavori, pulizia, manutenzione straordinaria nella parte tombinata del Seveso, ma senza le tre vasche di laminazione la situazione non si risolverà", ha riflettuto il sindaco, facendo riferimento ai progetti ormai pronti da anni per cercare di far defluire le acque del Seveso in caso di piogge forti che però non hanno mai visto la luce

E ancora più nel dettaglio: "Sono tre, a Lentate, Senago e Bresso, al Parco nord. Quella più avanti è Senago, quella che ci preoccupa di più è Bresso - ha commentato il sindaco -. Da due anni fronteggiamo ricorsi in particolare del comune, ma ora - ha concluso - pare che il tribunale delle acque deciderà in giugno".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino contagi 30 maggio 2020: morti senza fine, ancora 67 persone. Contagi stabili

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia: 38 morti e +354 positivi, il 70% dei nuovi casi in Italia

  • Bonus bici valido a Milano, l'elenco dei Comuni: ecco come richiederlo

  • Ogni quanto bisogna pesarsi?

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: 29 morti e 84 nuovi casi ma pochi tamponi

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: tamponi quasi 'spariti', dati ininfluenti

Torna su
MilanoToday è in caricamento