Casa popolare occupata abusivamente: sgomberata prima che fosse arredata

L'occupante, una 30enne, aveva staccato la lastra metallica che chiudeva la porta d’ingresso

Immagine repertorio

Aveva occupato abusivamente una casa Aler dopo aver staccato la lastra di metallo che chiudeva la porta d'ingresso. Ma la polizia locale ha liberato tempestivamente l'abitazione prima che l'occupante - una donna bosniaca di 30 anni - potesse riempirla di mobili. È accaduto nello stabile popolare di via Cantore 126 a Sesto San Giovanni nella mattinata del 23 gennaio. 

Gli agenti, entrati nell'appartamento, non hanno trovato alcun tipo di arredo, ma nemmeno materassi o coperte: l'occupante non aveva fatto in tempo a portarne, perché era entrata abusivamente nell'appartamento da poco. 

Una volta sgomberata l'abitazione, i tecnici Aler, accorsi sul posto, hanno predisposto una nuova lastra sul portone d'ingresso. Per la 30enne invece scatterà una denuncia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il figlio torna tardi a casa: papà scende, prende a schiaffi gli amici 17enni e ne accoltella uno

  • Morto Manuel Frattini a Milano: infarto durante una serata di beneficenza

  • Milano, Deejay Ten domenica 13 ottobre: vie chiuse e mezzi Atm deviati, il piano viabilità

  • A Milano inaugura TigellaBella: all you can eat di tigelle e gnocco fritto con salumi e formaggi

  • Il colpo da un milione di euro a Milano e la fuga con la Fiat Uno: presa la "banda del buco"

  • Milano, rissa tra Morgan e un paparazzo: "Il fotografo voleva che comprassi le mie foto"

Torna su
MilanoToday è in caricamento