Da Milano a Roma con lo shaboo nascosto nel serbatoio dell'auto: 17 arresti

Sgominata una banda. La droga era venduta soprattutto a domicilio: tra i clienti, colf e badanti di facoltosi romani

Parte del sequestro

Una vasta rete di importazione e spaccio di shaboo è stata sgominata dai carabinieri di Roma Centro in seguito ad una ordinanza del gip romano: 17 persone sono finite in carcere o ai domiciliari. Si tratta prevalentemente di filippini ma nel gruppo ci sono anche alcuni italiani e un nigeriano. Diversi consumatori finali erano colf o assistenti familiari di facoltosi professionisti o imprenditori.

Video: i sequestri e gli arresti

Le indagini sono durate cinque mesi. I corrieri arrivavano nella capitale da varie città italiane: i militari ne hanno intercettati due, uno proveniente da Modena e uno da Milano. Viaggiavano in automobile e nascondevano lo shaboo in contenitori muniti di calamite potentissime, in modo da essere occultati all'interno del serbatoio della vettura o attaccati a parti della carrozzeria.

Lo shaboo sequestrato è di 360 grammi, ma occorre ricordare che la dose abituale è di un decimo di grammo, per cui si parla di un equivalente di circa 3.600 dosi per un valore al dettaglio di 180 mila euro. Nell'ambito dell'operazione sono state sequestrate anche piccole quantità di altri stupefacenti, come cocaina, hashish, marijuana o speed, e più di 10 mila euro in contanti, provento della vendita della droga.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo shaboo, una volta giunto a Roma, veniva venduto soprattutto a domicilio. Nel corso delle indagini, però, i carabinieri hanno arrestato in tutto 30 persone in flagranza per spaccio o detenzione di droga presso sale slot o video lottery o luoghi di ritrovo frequentati da stranieri dell'estremo oriente. Quanto alle 17 persone arrestate al termine dell'operazione, sono state portate in carcere a Regina Coeli, Viterbo e (le donne) Rebibbia, in attesa dell'interrogatorio del gip. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, 'paziente covid positivo' attraversa la città con flebo e ossigeno: la performance

  • Milano, 15 volanti danno la caccia a un uomo: il folle inseguimento finisce in Buenos Aires

  • Incidente a Carpiano, scontro tra due auto piene di bambini: bimba di 7 mesi grave

  • Milano, ancora spari in via Creta: ragazzo di 32 anni gambizzato durante la notte, le indagini

  • Maltempo a Milano, violenta grandinata nel pomeriggio di venerdì: diversi allagamenti

  • Fanno esplodere la banca e scappano verso un campo rom: il bottino era di 60mila euro

Torna su
MilanoToday è in caricamento