Soldi falsi: sequestrate 6 mila banconote, 19 arresti in tutta Italia

La "centrale operativa" della banda di falsari era in un garage vicino a Legnano

Denaro falso (foto archivio)

Seimila banconote false, per un ammontare di circa 50 mila euro, sono state sequestrate dai carabinieri di Busto Arsizio, che hanno sgominato una banda di falsari operativa in tutto il territorio nazionale. Diciannove sono le ordinanze di custodia cautelare emesse. Gli arrestati rispondono di produzione, intermediazione e vendita di banconote falsificate, in associazione a delinquere.

Secondo le indagini, la banda aveva rapporti con organizzazioni criminali del Mezzogiorno (Napoli, Bari, Catanzaro), dove sono avvenuti alcuni degli arresti. Tutto è partito dalle segnalazioni di alcuni negozianti che avevano scoperto di avere banconote contraffatte. 

I carabinieri hanno scoperto che le banconote (quasi tutte di piccolo taglio) venivano stampate in un garage della zona di Legnano, di cui è proprietario uno degli arrestati, e poi distribuite agli altri malviventi. Venivano semplicemente "cambiate" spendendole in negozi di tutta Italia. Nel garage i militari hanno trovato e sequestrato i macchinari utilizzati.

Potrebbe interessarti

  • Schiamazzi e lite furibonda all'una di notte in strada

  • Piante grasse in casa: ecco perchè fano bene alla salute

  • Disattivare le utenze: ecco come fare

  • Come tenere lontane le formiche con rimedi naturali

I più letti della settimana

  • Sabato di maltempo a Milano: allerta meteo arancione della protezione civile per temporali

  • Milano, "tentato suicidio" a Famagosta: donna sotto la metro, la M2 ferma per un'ora e mezza

  • La Gomorra africana a due passi da Milano: spaccio, armi e sparatorie fra le gang rivali

  • Milano, polizia locale in lutto: morta Stefania, vigilessa di 40 anni della centrale operativa

  • Milano, nubifragi e grandine: il Seveso esonda due volte, strade e sottopassi allagati in città

  • Morto il musicista milanese 'Marione': fu il chitarrista di Battiato

Torna su
MilanoToday è in caricamento