Cinisello, arrestato il "pusher ciclista": la droga era nascosta nella canna della sua bicicletta

In manette un ragazzo italiano di 28 anni, con precedenti. Ecco come spacciava cocaina

La bici utilizzata dall'uomo

Arrivava a bordo della sua bici nera. Si appostava accanto ad altre biciclette abbandonate, forse per non dare nell'occhio. E poi, con un ferro "speciale", faceva comparire quello che gli serviva. Purtroppo per lui, però, a osservare tutti i suoi movimenti c'erano gli investigatori, che lo hanno arrestato. 

In manette è finito un ragazzo di 28 anni, un giovane italiano con precedenti, che è stato fermato a Cinisello Balsamo con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

A bloccarlo sono stati i poliziotti della squadra investigativa, che da qualche giorno lo tenevano d'occhio convinti che il 28enne fosse un pusher. Durante l'ultimo appostamento, gli agenti lo hanno visto arrivare - come sempre in bici - nei pressi di un parco per poi fermarsi lì.

Gli investigatori hanno scoperto che il giovane nascondeva la cocaina nella canna della sua bici: le dosi venivano recuperate con un ferro a uncino - "fatto in casa" - e poi lasciate accanto a un albero, dove il cliente di turno andava a ritirare la droga dopo averla pagata. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo l'ultima vendita, il pusher è stato fermato, trovato in possesso di 20 grammi di "coca", divisi in 20 dosi, e arrestato. Gli agenti hanno anche perquisito la sua abitazione, a Milano, dove hanno sequestrato un bilancino di precisione, due cellulari - usati per "lavoro" - e tutto il materiale necessario per confezionare le dosi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, si tuffa nel Naviglio asciutto per scappare dalla polizia e si rompe una gamba

  • Autostrada A4 bloccata tra Milano e Bergamo, controlli per il coronavirus: la coda è infernale

  • Coronavirus, il contagio non si ferma: Milano sfonda quota 3mila, in Lombardia +2.400 casi

  • "Contagi nascosti e lavoratori senza mascherine": denunciata la Fondazione Don Gnocchi. La replica: "Falsità"

  • "Ci avete salvato dal mare e Milano ci ha accolto": la comunità etiope dona cibo per l'emergenza

  • Milano, volanti all'inseguimento di uno scooter: finisce con un incidente e un arresto

Torna su
MilanoToday è in caricamento