Milano, a 18 anni diventa fornitore dei pusher di strada: arrestato giovane insospettabile

In manette un ragazzo di 18 anni, senza nessun precedente. È stato fermato a Segrate

Nessun precedente, se non qualche piccolo guaio per alcune "leggerezze" alla guida. Nessun conto in sospeso con la giustizia, nessun colpo di testa. Una vita apparentemente normale, come quella di un ragazzino qualunque. Eppure lui - un giovane italiano che ha compiuto 18 anni soltanto lo scorso aprile - non era proprio un ragazzino qualunque. 

Sì perché, stando a quanto accertato dagli agenti della squadra investigativa del commissariato Lambrate, che lo hanno arrestato con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio, nonostante la giovanissima età il 18enne stava iniziando ad affermarsi come fornitore di fiducia dei piccoli pusher della zona. 

I poliziotti, guidati dal dirigente Nunzio Trabace, sono arrivati a lui seguendo le tracce lasciate da una serie di spacciatori fermati nel quartiere. Così, gli investigatori hanno iniziato una rapidissima indagine e hanno cominciato a tenere d'occhio il ragazzo, che vive a Segrate. 

Lunedì pomeriggio, verso le 16, la svolta. Gli agenti hanno finto un controllo casuale e il 18enne ha cercato, inutilmente, di allontanarsi. Quando è stato bloccato con sé aveva aveva dieci panetti di hashish per un peso totale di un chilo, che evidentemente stava andando a consegnare a qualcuno dei suoi clienti. Nella cantina del palazzo in cui abita i poliziotti hanno poi trovato altri 12 panetti, per un peso totale di poco più di due chili. 

Per il 18enne, che era l'identikit del perfetto insospettabile, sono quindi scattate le manette e il processo per direttissima. 

Foto - La droga sequestrata

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

droga polizia-4

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quando si azzerano i contagi a Milano e in Lombardia: le prime previsioni

  • Coronavirus: contagi in calo in Lombardia, ma 458 morti in un giorno. A Milano 3.560 positivi

  • Coronavirus, per la Regione "dati confortanti" ma la crescita dei contagi (e dei morti) è senza fine

  • Coronavirus, ecco l'applicazione per il cellulare: "Vi chiediamo di scaricarla tutti"

  • Coronavirus, gli esperti bocciano l'apertura scaglionata: "Sì a un altro mese di chiusura"

  • Coronavirus, prese due aerei e un taxi per scappare da Milano: donna muore in Sicilia

Torna su
MilanoToday è in caricamento