Milano, cliente sospetto attira l'attenzione della polizia: il pusher prova la fuga a piedi

L'arresto degli uomini delle volanti del Commissariato di Villa San Giovanni. Il racconto

Repertorio

Il contesto è quello che gli stessi poliziotti definiscono come una delle zone di spaccio del quartiere: parco Martiri della libertà iracheni vittime del terrorismo, per intenderci quello che una volta si chiamava parco Martesana e che costeggia il Naviglio che scorre parallelo con via Padova, a Milano. Anche il protagonista, un gambiano di 30 anni, è uno di quei soggetti 'marcati stretti' dagli agenti per via dei suoi precedenti specifici, tutti legati alla vendita al dettaglio di stupefacenti.

Lo scambio di droga al parco

Lunedì sera gli uomini di pattuglia sulla Padova Bis, volante del commissariato Villa San Giovanni, guidato da Alessandro Chiesa, sono stati attratti dall'atteggiamento sospetto di un ragazzo che transitava lungo via Pietro Toselli, in direzione del parco. Per questo motivo dopo aver incrociato il suo sguardo, senza dare troppo nell'occhio, gli stessi poliziotti hanno fatto marcia indietro ed hanno notato che il tipo sospetto, con un gesto fulmineo, si è scambiato qualcosa con il 30enne davanti al parco.

L'inseguimento a piedi e l'arresto

Quando i due scorgono l'arrivo della volante, reagiscono in maniera diametralmente opposta. Il cliente - l'uomo che sembrava sospetto - resta di sasso e viene bloccato subito e identificato. L'altro scappa. Gli agenti lo seguono prima in auto, poi a piedi e lo bloccano, il gambiano. Addosso ha quindici dosi di marijuana, che equivalgono a poco più di diciassette grammi. Oltre a quella appena venduta al 'sospetto', che l'aveva ancora con sé. Per il 30enne si scatta l'arresto per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, i casi sono 14: gravissimo un 38enne, in isolamento la moglie e un amico

  • Coronavirus, i contagi in Lombardia salgono a 14: "Dobbiamo contenere il virus in quell'area"

Torna su
MilanoToday è in caricamento