Milano, sequestrate 8mila dosi della droga di "Breaking bad" e mille pasticche di ecstasy

Arrestato dalla polizia uno spacciatore 22enne. In manette anche un suo cliente pusher

La droga sequestrata

Con il "carico" che gli hanno trovato a casa, avrebbe prodotto e messo sul mercato ottomila dosi. Altre mille, invece, le aveva già pronte e una parte l'aveva nascosta nei pacchetti in metallo delle caramelle, così da portarle in giro più facilmente. 

Un ragazzo di ventidue anni, un cittadino cinese senza nessun precedente, è stato arrestato sabato pomeriggio dalla Squadra Mobile di Milano, guidata da Lorenzo Bucossi, con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.  

Il controllo in strada

Le strade del 22enne e dei poliziotti della II sezione, coordinati dal dirigente Vittorio La Torre, si sono incrociate in via Lecco, in zona Porta Venezia.

Lì, l'attenzione dei poliziotti è stata attirata dal giovane, che continuava a passeggiare nervosamente, guardandosi intorno. Il perché di tanti sospetti è stato chiaro poco dopo, quando il ragazzo ha incontrato un secondo uomo - un venezuelano di quarantadue anni - a cui ha consegnato qualcosa prima di salutarlo. 

A quel punto gli agenti hanno deciso di fermare entrambi e li hanno perquisiti. Addosso al 42enne, che era già stato arrestato in passato dalla polizia di Monza perché in possesso di 22 grammi di shaboo, i poliziotti hanno trovato 5 grammi proprio di shaboo, la metanfetamina decine di volte più potente della cocaina che era "al centro" della famosa serie tv "Breaking bad". 

Per lui sono quindi scattate le manette con l'accusa di spaccio. 

Il carico di droga a casa

La stessa sorte è poi toccata al cinese 22enne, nelle cui tasche - al momento del controllo in strada - sono stati sequestrati un grammo di droga e 1300 euro. 

A casa sua, un appartamento in una traversa di Corso Sempione, gli agenti hanno scoperto mille pastiche di ecstasy - una parte era nei pacchetti per le caramelle - e 800 grammi di shaboo, che viene venduta a dosi di 0.1 grammo proprio per i suoi - riflettono gli investigatori - "effetti devastanti a livello fisico e psichico". 

La droga, che era stata tranquillamente lasciata sulla scrivania dell'abitazione, una volta sul mercato avrebbe fruttato 300mila euro. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • risorse dell'Est e cultura a go go

  • Tra 3 giorni saranno di nuovo in giro.

  • Gente senza lavoro......

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Autista dirotta autobus con ragazzini e poi gli dà fuoco: "Da qui non esce vivo nessuno"

  • Omicidi

    La cena, la lite e la "lotta" in casa: Roberta, uccisa dal fidanzato conosciuto 5 mesi fa

  • mobilità

    Apre il parcheggio della M2 Abbiategrasso: dentro Area B, off limits per auto inquinanti

  • Cronaca

    Milano, presi i banditi che volevano sparare agli imprenditori: "Mi sistemo, poi mi sposo"

I più letti della settimana

  • Incendio bus sulla Paullese: autista dirotta e dà fuoco al mezzo: "Voglio vendicare i morti in mare"

  • Milano, a CityLife il tiramisù più lungo al mondo: pronte 15mila porzioni in omaggio

  • Incidente a Buccinasco, auto pirata investe famiglia e fugge: 4 bimbi travolti, tre sono gravi

  • Meningite, morta Federica: ragazza di 24 anni

  • Senza biglietto, non scendono e bloccano il treno: "Siamo ambasciatori fuori da giurisdizione planetaria"

  • Autista dirotta autobus con ragazzini e poi gli dà fuoco: "Da qui non esce vivo nessuno"

Torna su
MilanoToday è in caricamento