Sparatoria a Milano: colpi di pistola contro un bar, il questore lo chiude per dieci giorni

"Tenuto conto che il “Friends Bar” costituisce concreto pericolo per l’ordine pubblico e per la sicurezza della cittadinanza, si è provveduto alla chiusura per 10 giorni", scrive la questura

La polizia di Stato, nell'ambito dell'attività di prevenzione e controllo del territorio e di monitoraggio dei locali pubblici mediante i sistematici servizi finalizzati al contrasto dei fenomeni di criminalità, ha sospeso la licenza per 10 giorni al “Friends Bar” di Milano, dove l'8 gennaio c'era stata una sparatoria.

Il questore di Milano, Marcello Cardona, ha disposto il decreto di sospensione della licenza, ai sensi dell’articolo 100 del Tulps dell’esercizio commerciale “Friends Bar di via Laura Ciceri Visconti a Milano dal 10 gennaio.

Il Tulps prevede che il questore possa sospendere la licenza di un esercizio, anche di vicinato, nel quale siano avvenuti tumulti o gravi disordini o che sia abituale ritrovo di persone pregiudicate o pericolose o che, comunque, costituisca un pericolo per l’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini.

"Gli episodi accaduti nel locale - scrive la questura - accertati dagli agenti dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico, per la loro gravità, hanno reso necessario il provvedimento, predisposto dal personale della Divisione polizia amministrativa e sociale della questura di Milano ed il questore ha disposto la sospensione della licenza al fine di evitare la reiterazione dei comportamenti illeciti e violenti da parte dei suoi frequentatori con precedenti penali e di polizia, i quali possono arrecare danno per l’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini scoraggiando nel locale la presenza abituale di avventori pregiudicati o tratti arresto in più circostanze".

"Lo scopo perseguito dal citato articolo 100 è quello di perseguire l’effetto dissuasivo sui soggetti “indesiderati”, i quali sono privati per qualche tempo di un luogo abituale di aggregazione e avvertiti della circostanza che la loro presenza nell’esercizio è oggetto di attenzione da parte della polizia", spiegano ancora da via Fatebenefratelli.

Dagli esiti dei controlli effettuati presso il locale da agenti della polizia di Stato è emerso che l'8 gennaio attorno alle 20 gli agenti dell’Ufficio prevenzione generale sono intervenuti presso il locale, a seguito della segnalazione di una vetrina e di un’autovettura, danneggiate da alcuni colpi di arma da fuoco. I testimoni hanno detto di aver visto un uomo che impugnava una pistola, la puntava in direzione del “Friends Bar” e esplodeva alcuni colpi di arma da fuoco, per poi allontanarsi.

"Tenuto conto che il “Friends Bar” costituisce concreto pericolo per l’ordine pubblico e per la sicurezza della cittadinanza, si è provveduto alla chiusura per 10 giorni", conclude la questura in una nota.

Potrebbe interessarti

  • Come riconoscere l'allergia al nichel?

  • Buono, fresco, colorato: ecco dove mangiare dell'ottimo poke a Milano

  • Come difendersi dai ladri in casa in estate

  • Perchè alcune persone vengono punte dalle zanzare e altre no?

I più letti della settimana

  • Trovato morto Stefano Marinoni, il 22enne di Baranzate scomparso dal 4 luglio: la tragedia

  • Paura per il ciclista 16enne Lorenzo Gobbo: infilzato da un legno, polmone perforato. Foto

  • Milano, una notte di fuoco in via Palmanova: furioso incendio nel centro commerciale. Foto

  • Sciopero nazionale dei trasporti in arrivo: a Milano a rischio metro, bus, tram, treni e taxi

  • Incidente in corso Genova Milano: ferite due ragazze di 18 e 19 anni, tram deviati in centro

  • Omicidio a Sesto: uomo in carrozzina uccide la moglie con il poggiapiedi della sedia a rotelle

Torna su
MilanoToday è in caricamento