Spari all'aria aperta al Gratosoglio: era un uomo con un fucile da caccia

L'uomo ha tentato di liberarsi dell'arma, poi risultata rubata, ed è stato arrestato per ricettazione

Arrestato per ricettazione (foto Repertorio)

Esplosioni di arma da fuoco in via Baroni nel pomeriggio di domenica 2 aprile, al Gratosoglio. 

La segnalazione è arrivata da diversi cittadini al numero di emergenza 112: sul posto si sono precipitati i carabinieri, che dopo alcune perlustrazioni hanno individuato un'area campestre all'altezza del civico 190. Nel campo un uomo con un fucile da caccia in mano, che alla vista dei militari è scappato verso una baracca semiabbandonata per poi uscire dalla parte opposta: ma i carabinieri lo hanno raggiunto e immobilizzato.

All'interno della baracca, l'uomo (un croato di 50 anni con diversi precedenti) aveva fatto in tempo ad abbandonare un fucile Beretta 686e, calibro 12, con dentro due cartucce inesplose. Il fucile è risultato rubato a Garbagnate Milanese, per cui l'uomo è stato arrestato per ricettazione. Non è chiaro che cosa stesse facendo e perché.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Shirley, la baby sitter morta nello schianto tra un pullman Atm e un camion Amsa a Milano

  • Uomo sui binari travolto e ucciso dalla metro rossa: aveva 24 anni

  • Milano, Carrefour compra 28 supermercati Auchan da Conad: "Nessun esubero"

  • Milano, rapinato il ristoratore dei vip: "Pistola contro per rubarmi soldi contanti e orologio"

  • Notte di incidenti a Milano: schianto tra auto in via Primaticcio, 5 ragazzi feriti e un uomo in coma

  • Incidente tra filobus Atm e camion Amsa: indagati per omicidio stradale i conducenti

Torna su
MilanoToday è in caricamento