Commemorazione a Pioltello, un anno dopo il disastro, Toninelli: "Avrei voluto vedere Salvini"

A un anno dal tragico incidente in cui morirono tre persone e 46 rimasero ferite si è celebrata una commemorazione alla stazione di Pioltello. Il ministro: "Necessario evitare che ci siano altri morti di Stato"

Commemorazione strage (Foto MiaNews)

Esattamente un anno fa, il 25 gennaio 2017, alle ore 6:15 il treno regionale 10452 Cremona-Milano deragliava nella stazione di Pioltello causando la morte di tre persone e il ferimento di altre 46. Una commemorazione del tragico evento si è tenuta nel luogo dell'incidente ferroviario alla presenza del ministro delle Infrastrutture e trasporti Danilo Toninelli che ha dichiarato: "Chiedo scusa a nome dello Stato: si doveva fare manutenzione e controllare meglio.

La cerimonia commemorativa

All'alba Toninelli è salito sul treno insieme ai sindaci dell'area, al presidente della Lombardia Attilio Fontana e ai comitati di pendolari che hanno organizzato l'iniziativa. Sulla tragedia in cui persero la vita Pierangela Tadini, Ida Maddalena Milanesi e Alessandra Pirri, si è espresso anche il primo cittadino di Milano, Beppe Sala, anche lui presente alla cerimonia, che su Facebook ha scritto: "Dobbiamo lavorare tutti insieme, tutti i giorni, per evitare catastrofi come questa".

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha inviato il suo personale messaggio, dicendosi vicino "ai familiari delle vittime e a tutti coloro che hanno patito per le conseguenze di un disastro ingiustificabile", che deve rappresentare "un monito". Nell'attesa che vengano accertate le responsabilità del disastro in sede giudiziaria, ha concluso Mattarella: "La sicurezza della rete di trasporti e l'efficienza del servizio costituiscono parte della qualità della vita, e della libertà stessa, della nostra comunità nazionale. Le garanzie sono affidate alle istituzioni pubbliche, agli organi di controllo e agli operatori, e non possono essere compresse o sacrificate in nome di altre priorità".

Video: il treno e le scintille prima del disastro

Salvini assente

"Mi avrebbe atto molto piacere vedere Matteo Salvini qui con me a ricordare tre morti di Stato", ha dichiarato Toninelli rivolgendo una frecciata al ministro dell'Interno, che non ha presenziato alla cerimonia. "La più grande opera in questo Paese - ha continuato Toninelli - è evitare che ci siano altri morti di Stato per incidenti conseguenti alla cattiva manutenzione".

Le responsabilità

Lo scorso dicembre i primi risultati delle relazioni tecniche sul disastro redatte degli esperti nominati dalla procura avevano evidenziato "scarsa manutenzione su tre chilometri di binari". Oltre al 'punto zero' dove lo scorso 25 gennaio un pezzo di rotaia di 23 centimetri si era staccato mentre passava il regionale 10452, pertanto, a Pioltello ci sarebbero stati almeno tre chilometri di binari con "notevoli problemi di usura e scarsa manutenzione". I reati ipotizzati per due manager e quattro tecnici di Rfi e due manager di Trenord sono di disastro ferroviario e omicidio colposo. 

I precedenti accertamenti avevano consentito di appurare che a causare il distaccamento di 23 centimetri di strada ferrata e la conseguente fuoriuscita del treno dai binari sarebbe stata la presenza di un buco di ben due centimentri tra due pezzi di rotaia. Anche una distanza di pochi millimetri tra due pezzi di strada ferrata infatti è potenzialmente fatale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Shirley, la baby sitter morta nello schianto tra un pullman Atm e un camion Amsa a Milano

  • Milano, Carrefour compra 28 supermercati Auchan da Conad: "Nessun esubero"

  • Milano, rapinato il ristoratore dei vip: "Pistola contro per rubarmi soldi contanti e orologio"

  • Notte di incidenti a Milano: schianto tra auto in via Primaticcio, 5 ragazzi feriti e un uomo in coma

  • Incidente tra filobus Atm e camion Amsa: indagati per omicidio stradale i conducenti

  • Milano, sciopero Trenord in arrivo: treni a rischio per 24 ore e nessuna fascia di garanzia

Torna su
MilanoToday è in caricamento