Orrore a Milano, ragazzina di 17 anni stuprata davanti alla zia: arrestato un 29enne

La violenza risale al 9 giugno ma il responsabile è stato arrestato nella serata di venerdì 10 gennaio

Ha visto la nipote di 17 anni stuprata davanti ai suoi occhi e, insieme alla madre della ragazzina e a una loro conoscente, ha rincorso l'uomo per Milano. Hanno attraversato mezza città, fino al mezzanino della stazione di Cadorna dove è intervenuta anche la polizia. Era accaduto il 9 giugno del 2019 ma l'uomo, un 29enne Boliviano già noto alle forze di polizia, è stato arrestato nella serata di venerdì 10 gennaio al termine delle indagini svolte dagli agenti del commissariato di Scalo Romana. 

Ragazzina violentata a Milano: i fatti

Tutto era accaduto nella notte tra sabato e domenica 9 giugno a Milano quando — come riferito dagli investigatori — la 17enne era uscita insieme alla madre, la zia e un'altra loro conoscente per una serata. E proprio durante la notte le quattro donne avevano conosciuto due uomini boliviani con cui avevano bevuto fino all'alba.

Attorno alle 8 del mattino si erano fermate a comprare alcuni generi alimentari in un minimarket di via Palmieri e lì la 17enne si era addormentata all'interno del furgone del proprietario del negozio (estraneo alla vicenda). Poco dopo — come riferito dai detective — il 29enne si è avvicinato e, mentre era incosciente, ha abusato di lei.

È stata una zia della ragazzina che, non vedendo più uno dei ragazzi, è andata vicino al furgone per capire come stesse la giovane e lì ha trovato il boliviano che stava stuprandola ragazzina completamente priva di sensi.

Il 29enne ha tentato di allontanarsi ma è stato inseguito dalle tre donne che, intorno alle 10 del mattino, lo hanno bloccato nel mezzanino della stazione di Cadorna. E le indagini dei poliziotti sono iniziate proprio in quel frangente quando alcuni passanti avevano chiesto il loro intervento per sedare una lite tra le tre donne e il boliviano.

Successivamente la 17enne era stata accompagnata alla clinica Mangiagalli di Milano dove i medici hanno accertato che la ragazzina era stata violentata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • "Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale"

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

Torna su
MilanoToday è in caricamento