Milano, aveva un permesso di soggiorno umanitario: trovato impiccato ad un'altalena

La vittima, uno straniero trentenne, è stato trovato impiccato dal personale Amsa impegnato nel giro di pulizie nel giardino Testoni. Secondo le indagini è stato un suicidio

Per l'uomo non c'è stato nulla da fare - Foto repertorio

Quando i dipendenti dell’Amsa si sono trovati davanti il suo corpo sospeso nel vuoto era già troppo tardi. Per lui non c’era già più nulla da fare. 

Un uomo di trenta anni, afghano, è stato trovato morto giovedì mattina poco prima delle 6.30. Teatro della tragedia, il parco pubblico “giardino Giovanni Testoni”, zona Mac Mahon. A dare l’allarme al 118 sono stati alcuni operatori dell’Amsa, che stavano iniziando il loro consueto giro di pulizie nell’area verde e che si sono trovati davanti il corpo dell'uomo impicato ad un'altalena.

Sul posto la centrale operativa dell’azienda regionale emergenza urgenza ha immediatamente inviato un’auto medica e un’ambulanza, ma i soccorritori intervenuti non hanno potuto far altro che constatare il decesso del trentenne. 

La vittima era in possesso di documenti regolari ed era titolare di un permesso di soggiorno umanitario. Sono ora in corso le indagini dei carabinieri per verificare la sua identità. Pochi i dubbi sulla dinamica: secondo le prime informazioni raccolte dai militari si è trattato di un gesto volontario. 
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Per sfuggire all'arresto scappa a folle velocità sullo scooter con a bordo la figlia di 10 anni

    • Cronaca

      Milano, ecco la Ferrari della polizia locale

    • Cronaca

      Navigli: gli puntano il coltello alla nuca e lo rapinano ma i banditi commettono un errore

    • WeekEnd

      Cosa fare a Milano dal 31 marzo al 2 aprile

    I più letti della settimana

    • Cornaredo, apre il mega campo di tulipani: 285mila tipi diversi di fiori, tutti da raccogliere

    • Sciopero metro a Milano mercoledì 5 aprile

    • Fedez si racconta: 'Ero bullizzato e non c’era nulla da fare, giravo con la pistola nello zaino'

    • La giornata di Papa Francesco a Milano: dal Duomo al carcere passando per gli "ultimi"

    • La denuncia dello chef del “Ricci” di Belen e Bastianich: “Lì lavoravo anche 17 ore al giorno”

    • Papa Francesco a Milano, quanto è costata la visita in città e la messa al Parco di Monza

    Torna su
    MilanoToday è in caricamento