Si suicida a San Vittore: era accusato di violenza sessuale

21 anni, A.G. era in attesa di giudizio. Doveva rispondere di violenza sessuale, e molestie ai danni di ragazzini. Si è impiccato con una felpa. Aveva affermato "di esser stato pestato" da altri carcerati. Si professava innocente

Protesta a San Vittore

Dopo il carcerato che si è impiccato a Opera, un'altra morte scuote il mondo carcerario milanese. Si è tolto la vita a San Vittore - segnala l'"Osservatorio permanente sulle morti in carcere" - Alessandro G., 21 anni.

Il giovane era accusato di violenza sessuale. Era in attesa di giudizio. Sembra che avesse più volte denunciato di avere subìto violenze. Ma il giovane, secondo l'amministrazione carcerario, era detenuto nel Centro osservazione neuropsichiatrico, dove la sorveglianza è particolarmente stretta e quindi non avrebbe potuto subire vessazioni da parte di altri, ristretti nello stesso reparto.

"G. - rende invece noto l'Osservatorio - aveva compiuto 21 anni da poche settimane. Quattordici i capi di imputazione, tra cui violenza sessuale e molestie ai danni di ragazze minorenni. Dalla sua cella del carcere milanese di San Vittore gridava disperato la sua innocenza e raccontava ai genitori di presunte percosse subite da altri detenuti poco inclini ad accettare con loro carcerati accusati di reati che ritengono infamanti: il pestaggio è infatti un triste "classico" del codice che vige in prigione nei confronti di chi è imputato di reati sessuali".

"Da quanto riferito comunque dal carcere - raccontano i responsabili dell'Osservatorio - il giovane era seguito da medici specialisti e si sarebbe ucciso subito dopo una seduta psichiatrica. Un gesto repentino, avvenuto di fronte ad altre persone che però non sarebbero riusciti a fermarlo. Come avviene sempre in questi casi, si è aperta un'inchiesta: sul corpo è stata disposta l'autopsia".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Ovest: motociclista tamponato finisce oltre il guard rail e viene travolto, morto

  • Milanese "razzista" e "salviniana" non affitta ai "meridionali": l'audio diventa virale

  • Milano, militare pugnalato alla gola in Stazione Centrale da un passante che urla "Allah akbar"

  • Milano, tenta di incassare il gratta e vinci rubato: beccato, in casa ne aveva altri 600

  • Milano, fumo nero e puzza di bruciato da Spontini in via Marghera: arrivano i pompieri

  • Folle colpo al centro commerciale: i rapinatori 'speronano' i carabinieri e c'è una sparatoria

Torna su
MilanoToday è in caricamento