Si taglia le vene con una lametta nel centro profughi di via Aldini: salvato in extremis

Il 39enne è stato poi trasportato in codice giallo al Sacco. Verrà lasciato in cura in ospedale

Immagine di repertorio

I carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno salvato un iracheno di 39 anni all'interno del centro d'accoglienza immigrati in via Aldini, a Milano. L'uomo stava tentando di suicidarsi tagliandosi le vene dei polsi con una lametta.

All'arrivo dei militari, attorno alla mezzanotte tra domenica e lunedì, lo straniero ha cercato di fare resistenza. Durante il tentativo di farlo desistere dal suo intento, un carabinieri è rimasto leggermente ferito.

Il 39enne è stato poi trasportato in codice giallo al Sacco. L'uomo verrà lasciato in cura presso l'ospedale.

A gennaio 2017 un ragazzo si era tolto la vita all'interno del centro. Il suo caso aveva commosso l'opinione pubblica.

Potrebbe interessarti

  • Schiamazzi e lite furibonda all'una di notte in strada

  • Perchè è importante cambiare le lenzuola del letto

  • Piante grasse in casa: ecco perchè fano bene alla salute

  • Disattivare le utenze: ecco come fare

I più letti della settimana

  • Sabato di maltempo a Milano: allerta meteo arancione della protezione civile per temporali

  • Milano, "tentato suicidio" a Famagosta: donna sotto la metro, la M2 ferma per un'ora e mezza

  • La Gomorra africana a due passi da Milano: spaccio, armi e sparatorie fra le gang rivali

  • Milano, polizia locale in lutto: morta Stefania, vigilessa di 40 anni della centrale operativa

  • Milano, nubifragi e grandine: il Seveso esonda due volte, strade e sottopassi allagati in città

  • Morto il musicista milanese 'Marione': fu il chitarrista di Battiato

Torna su
MilanoToday è in caricamento