Milano, tassista rapinato in strada: finto cliente gli punta una pistola alla tempia, via i soldi

Il colpo alle 21.20 di domenica sera in via Comasina. Sulla rapina indaga la polizia

Ha finto di voler prendere un taxi. Poi, quando il conducente si è fermato, lo ha minacciato arma in pugno ed è scappato. Rapina domenica sera in via Comasina a Milano, dove un tassista di quarantacinque anni è stato aggredito in strada e "scippato" da un uomo che lui stesso ha descritto come un italiano sui venticinque, trenta anni. 

La disavventura del 45enne è iniziata verso le 21.20, quando il malvivente gli ha chiesto di fermarsi spacciandosi per un cliente. Appena l'auto bianca si è bloccata, il rapinatore ha estratto una pistola e l'ha puntata alla testa della vittima, costringendo il tassista a consegnare circa 200 euro in contanti. 

Col bottino in mano, il giovane è poi fuggito e ha fatto perdere le proprie tracce. Ad allertare la polizia, che ora indaga, è stato lo stesso guidatore, che fortunatamente non è rimasto ferito. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale"

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

Torna su
MilanoToday è in caricamento