Tassista picchiato e rapinato dai colleghi perchè lavora

Un tassista, dopo aver fatto una corsa normale nonostante lo sciopero, è stato fermato da alcuni colleghi in viale Jenner: picchiato, derubato di 50 euro e auto danneggiata. Uno degli aggressori arrestato

Un tassista sarebbe stato aggredito e rapinato di 50 euro da alcuni colleghi per una "corsa" con un cliente, nonostante lo sciopero dei tassisti.

L'uomo è stato intercettato da un altro tassista in viale Jenner. Prima, secondo la polizia, sarebbero volate parole grosse e spintoni, poi, una volta arrivati sul posto altri quattro tassisti, l'uomo è stato tenuto fermo mentre i "colleghi" prendevano a calci la sua vettura. La macchina è stata devastata. "Perchè lavori - gli avrebbero intimato -, non lo sai che c'è sciopero?". 

Sarebbe stato colpito anche al volto con un pugno. La polizia è riuscita a rintracciare uno degli aggressori, che è stato arrestato con l'accusa di rapina in concorso. 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Clienti delusi dal villaggio di Natale di Milano, proteste sui social e richieste di rimborso

  • Incidente in viale Bezzi, schianto tra un filobus della 91 e un camion per la raccolta rifiuti

  • Shirley, la baby sitter morta nello schianto tra un pullman Atm e un camion Amsa a Milano

  • Villaggio di Natale di San Siro, l'organizzazione ai clienti delusi: 'Le criticità verranno risolte'

  • Milano, rapinato il ristoratore dei vip: "Pistola contro per rubarmi soldi contanti e orologio"

  • Incidente tra filobus Atm e camion Amsa: indagati per omicidio stradale i conducenti

Torna su
MilanoToday è in caricamento