Telecamere e guardie giurate sui mezzi pubblici della Lombardia

La proposta di legge regionale presentata dalla Lega Nord

La proposta

Telecamere e guardie giurate sui mezzi pubblici in Lombardia: è il senso di una proposta di legge presentata in consiglio regionale dalla Lega Nord. Le videocamere dovrebbero essere già installate sui nuovi mezzi, mentre - stando a quanto si legge nella proposta - ci sarà un anno e mezzo di tempo per quelli già in servizio. 

Il tutto senza oneri per le amministrazioni locali e per la regione. Dovrebbero quindi pagarle, si presume, le aziende di trasporto.

"Colpisce ancora il prurito pistolero dei leghisti, con una proposta strumentale ma anche giuridicamente illegittima", commenta Lucia Castellano del Patto Civico: "Le guardie giurate non sono agenti di pubblica sicurezza e quindi non possono svolgere attività preventive, compresa l'identificazione".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Ovest: motociclista tamponato finisce oltre il guard rail e viene travolto, morto

  • Milanese "razzista" e "salviniana" non affitta ai "meridionali": l'audio diventa virale

  • Milano, militare pugnalato alla gola in Stazione Centrale da un passante che urla "Allah akbar"

  • Milano, paura in un cantiere a City Life: gru precipita dal 29° piano della Torre Libeskind

  • Milano, fumo nero e puzza di bruciato da Spontini in via Marghera: arrivano i pompieri

  • Folle colpo al centro commerciale: i rapinatori 'speronano' i carabinieri e c'è una sparatoria

Torna su
MilanoToday è in caricamento