Cerca di violentarla mentre è al parco: donna salvata dal suo cane

La vittima era al parco Lambro con il suo cocker. Proprio il cane è riuscito ad allontanare l'aggressore, mordendolo e graffiandolo. L'uomo è stato riconosciuto anche grazie ai segni sul braccio

L'uomo è stato arresto - Repertorio

Il suo più fedele amico l’ha difesa e salvata. E, indirettamente, ha permesso alla polizia di arrestare il suo aggressore. 

Un cingalese di ventuno anni è finito in manette per violenza sessuale nei confronti di una donna di trentasette anni che portava a spasso il proprio cane nel parco Lambro. E’ stato proprio il suo cocker a salvarla dall’aggressione, avvenuta all'interno del parco Lambro domenica mattina. 

Il cagnolino ha infatti graffiato e morso il cingalese quando ha afferrato alle spalle la padrona per palpeggiarla sopra i pantaloncini. Anche la donna ha reagito mordendo lo straniero all'avambraccio e divincolandosi al punto da metterlo in fuga.

La donna, fortunatamente in salvo, ha chiamato la polizia e, in compagnia degli agenti, si è messa alla ricerca dell’aggressore. Il cingalese è stato trovato, scalzo - come descritto dalla donna -, su una panchina in via Licata. 

Decisivi per il riconoscimento anche i segni sul braccio dell’uomo, causata proprio dai graffi e dai morsi della donna e del suo angelo custode. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, guardia giurata travolge motociclista, vede che è morto e si spara in testa: il dramma

  • Giovane morto travolto da un treno del metrò: Cassazione condanna l'agente di stazione di Atm

  • Milano, guardia giurata di 26 anni si spara in testa dopo un incidente mortale: chi era Flavio

  • Primark apre un altro negozio milanese: il 4 dicembre inaugura il mega store al Fiordaliso

  • Influencer per sfida in piazza Duomo, torna la seconda volta: identificata con l'autista

  • "Raffiche di vento fino a 75 chilometri orari": a Milano scatta l'allerta meteo gialla

Torna su
MilanoToday è in caricamento