Litigano per il subaffitto, colpisce con l'accetta il rivale e lo manda in ospedale in fin di vita

L'aggressore è stato arrestato dai carabinieri

Repertorio

Prima hanno iniziato a discutere, in piena notte, per soldi: parlavano del subaffitto di un appartamento, forse quello in cui convivono a Turbigo, nel Milanese. Poi, ben presto, la discussione è degenerata e dalle urla si è passati ai fatti: uno dei due, il proprietario di casa, ha afferrato un'accetta e si è scagliato contro il rivale, colpendolo più volte e facendolo finire in ospedale in fin di vita.

Protagonisti due cittadini turchi, un uomo di 42 anni e uno di 34. Quest'ultimo è la vittima e ora si trova ricoverato all'ospedale di Legnano. I medici tengono riservata la prognosi ma trapela che sia in pericolo di vita. Secondo la ricostruzione effettuata dai carabinieri della compagnia di Legnano, intervenuti sul posto, il 42enne ad un certo punto della lite ha afferrato l'accetta colpendo il connazionale alla testa e al collo, in punti vitali.

Arrestato l'aggressore

Gravissime le lesioni riportate dal 34enne, portato d'urgenza in ospedale dai sanitari del 118: come detto, non è ancora fuori pericolo. I militari hanno arrestato il più anziano, che ora risponde di tentato omicidio.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Ovest: motociclista tamponato finisce oltre il guard rail e viene travolto, morto

  • Milanese "razzista" e "salviniana" non affitta ai "meridionali": l'audio diventa virale

  • Milano, militare pugnalato alla gola in Stazione Centrale da un passante che urla "Allah akbar"

  • Milano, tenta di incassare il gratta e vinci rubato: beccato, in casa ne aveva altri 600

  • Milano, fumo nero e puzza di bruciato da Spontini in via Marghera: arrivano i pompieri

  • Sciopero venerdì 27 setttembre, a Milano si fermano per 24 ore i mezzi Atm: orari di metro

Torna su
MilanoToday è in caricamento