Litigano per il subaffitto, colpisce con l'accetta il rivale e lo manda in ospedale in fin di vita

L'aggressore è stato arrestato dai carabinieri

Repertorio

Prima hanno iniziato a discutere, in piena notte, per soldi: parlavano del subaffitto di un appartamento, forse quello in cui convivono a Turbigo, nel Milanese. Poi, ben presto, la discussione è degenerata e dalle urla si è passati ai fatti: uno dei due, il proprietario di casa, ha afferrato un'accetta e si è scagliato contro il rivale, colpendolo più volte e facendolo finire in ospedale in fin di vita.

Protagonisti due cittadini turchi, un uomo di 42 anni e uno di 34. Quest'ultimo è la vittima e ora si trova ricoverato all'ospedale di Legnano. I medici tengono riservata la prognosi ma trapela che sia in pericolo di vita. Secondo la ricostruzione effettuata dai carabinieri della compagnia di Legnano, intervenuti sul posto, il 42enne ad un certo punto della lite ha afferrato l'accetta colpendo il connazionale alla testa e al collo, in punti vitali.

Arrestato l'aggressore

Gravissime le lesioni riportate dal 34enne, portato d'urgenza in ospedale dai sanitari del 118: come detto, non è ancora fuori pericolo. I militari hanno arrestato il più anziano, che ora risponde di tentato omicidio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente fra tre camion sull'A4, autostrada chiusa e traffico in tilt: i percorsi alternativi

  • Assalto al portavalori in autostrada A1: inferno di fuoco a San Zenone

  • Smog, livelli di pm10 ancora alti: blocco totale delle auto a Milano domenica 2 febbraio

  • Milano, incubo per una 12enne sull'autobus: uomo la palpeggia a lungo sulla 91, arrestato

  • Coronavirus, tre donne cinesi con la febbre visitate al Sacco. Salta il Capodanno cinese

  • Margherita, Capricciosa e droga: arrestato titolare di una pizzeria, spacciava nel locale

Torna su
MilanoToday è in caricamento