Siccità, cala il livello del Lago Maggiore e del Ticino: «A rischio flora e fauna del fiume»

L'allarme del Parco del Ticino: «Potrebbero crearsi situazioni di pericolo per l'ecosistema del fiume. La situazione poteva essere evitata con maggiori riserve idriche»

Il Ticino in secca

È in secca il bacino del Verbano. Il livello del Lago Maggiore è sceso a 25 centimetri sotto lo zero idrometrico, praticamente mancano ottantaquattro centimetri rispetto alla media del periodo. In litri? Centosessantotto miliardi, secondo l'equazione «1 centimetro, 2 miliardi di litri». E se il consorzio Est Ticino Villoresi (che gestisce l'acqua per Naviglio e Canale Villoresi) assicura che non c'è nessun rischio per la stagione agricola, non si può dire lo stesso per la flora e la fauna del Ticino, fiume ridotto ormai a un rigagnolo.

«È un momento drammatico del nostro fiume — chiosa Gian Pietro Beltrami, presidente del Parco del Ticino —. Il corso d'acqua è pressoché attraversabile a piedi e la biodiversità è in grave pericolo». Già perché senz'acqua l'ecosistema del fiume azzurro non vive. E non è la prima volta che capita. «Quest'anno il Ticino è stato più di cinquanta giorni sotto lo zero idrometrico — aggiunge il vicepresidente del Parco del Ticino Luigi Duse —. Se ci fossero state scorte nel Verbano i giorni sarebbero stati solo due».

Da qualche anno le scorte d'acqua nel bacino idrico condiviso tra Lombardia, Piemonte e Svizzera si sono assottigliate per volontà ministeriale. Il livello del lago fino al 2010 era regolato da una convenzione internazionale stipulata negli anni Quaranta. Il testo sanciva che il livello massimo delle acque nel periodo invernale (1 novembre, 28 febbraio) non doveva superare lo zero idrometrico di oltre 150 centimetri, mentre nel periodo estivo doveva essere superiore allo zero di un metro.

Nel 2003 e nel 2006 si verificarono dei lunghi periodi di siccità in seguito ai quali, nel 2010, fu adottato un provvedimento sperimentale chiamato «Deflusso minimo vitale» che, grazie all’innalzamento perenne del limite a 150 centimetri, riusciva a garantire al Ticino una portata estiva di 18 metri cubi al secondo. Un metodo che nell’estate del 2012 ha permesso di superare un periodo di siccità senza causare alcun danno al fiume azzurro e alle colture. 

I rubinetti si sono parzialmente chiusi nel 2014 quando il Consorzio del Ticino, ente che regola il livello del fiume e del Lago Maggiore, ha ricevuto dal Ministero l’ordine di sospendere il programma. La sospensione del provvedimento fu decretata in quanto l’innalzamento del bacino lacustre «mangiava» le spiagge sulle sponde elvetiche e del Verbano, con conseguente danno per il turismo. A luglio 2014 fu siglato un accordo a metà: il livello delle acque — nel periodo estivo — sarebbe cresciuto di 25 centimetri. 1,25 metri sullo zero idrometrico, quindi.

«Quando ha preso parte il provvedimento siamo stati derisi per l'abbondanza di acqua, ma era stata una delle estati più piovose degli ultimi anni — prosegue Duse —. Nel 2015 Verbano e Ticino hanno dovuto attraversare una stagione particolarmente difficile che si sarebbe evitata con le adeguate scorte idriche, ma il Ministero si è giustificato dicendo che è stata una delle estati più calde di sempre. Bene, quella del 2016 è stata una estate normale e l'acqua non è bastata. E se guardiamo i grandi laghi del Nord, solo il Verbano è in questa condizione».

La soluzione? Secondo il Parco del Ticino si potrebbero evitare criticità con l'innalzamento del lago a 1.50 metri sullo zero idrometrico. «I cambiamenti climatici non stanno influendo molto su quello che sta succedendo — incalza Duse —. La situazione odierna è frutto di una mala gestione. Vogliamo riaprire la discussione con il Ministero». In caso contrario il Parco del Ticino annuncia provvedimenti: «Inizieremo a valutare anche dal punto scientifico il danno ambientale causato da questa gestione dell'acqua».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Incidente sulla Statale, schianto frontale tra due auto: un uomo morto e una donna grave

  • Cronaca

    Sesto, cade dalle scale in stazione e batte la testa a terra: ragazzo di ventotto anni in coma

  • San Siro

    Bambino ucciso dal padre in casa: San Siro lo ricorda con una fiaccolata

  • WeekEnd

    Cosa fare a Milano dal 24 al 26 maggio: tutti gli eventi

I più letti della settimana

  • Omicidio a Milano, bimbo di 2 anni ucciso di botte in via Ricciarelli: padre in fuga per ore

  • Alba di sangue a Milano, ragazzo accoltellato al culmine di una rissa fuori dalla discoteca

  • Terremoto vicino a Milano, registrata scossa di magnitudo 2.5 a Robecco sul Naviglio

  • Matteo, il ragazzino di sedici anni scomparso da Assago: "Non ho più nessuna notizia di lui"

  • Legnano, donna investita e uccisa da un treno in stazione: circolazione in tilt e ritardi

  • Morto a 15 anni per un malore Maicol Lentini, ex promessa dell'Inter

Torna su
MilanoToday è in caricamento