Tifosi del Milan assaltano bar a Roma dopo la finale: due feriti gravi, arrestato un 19enne

Gli scontri si sono verificati dopo la finale di coppa Italia, Milan-Juve, mentre i supporters rossoneri lasciavano la Capitale. Ferite gravemente due persone. Arrestato un ragazzo

Le armi sequestrate

Un vero e proprio assalto. Un blitz in piena regola. Pochi minuti per colpire, lasciare due persone ferite a terra e scappare. 

Post partita da incubo quello di Milan-Juve, finale di coppa Italia giocata sabato sera a Roma e vinta dai bianconeri con un gol di Morata. Alla fine della gara, mentre i pullman dei tifosi rossoneri lasciavano la Capitale, alcuni tifosi hanno fatto irruzione in un bar di via Leone IV, in zona Prati, scagliandosi contro i presenti con bastoni e coltelli. 

Ad avere la peggio sono stati due uomini, un ventiseienne e un quarantenne, feriti gravemente e trasportati in ospedale. I due, secondo le informazioni fornite dalla questura di Roma, sono stati colpiti al fianco e alle spalle e al costato e sono ora ricoverati in prognosi riservata

Immediato l’intervento della polizia sul posto, dove gli agenti hanno sequestrato alcuni degli oggetti usati durante gli scontri. Stando a quanto ricostruito dagli inquirenti, “l’aggressione è stata perpetrata da un gruppo di tifosi di fede milanista che stavano lasciando la capitale a bordo di autobus turistici”.  

La polizia ha immediatamente individuato i tre pullman su cui viaggiavano gli aggressori e tutti i duecento passeggeri sono stati identificati. Settantuno tifosi - questi i primi provvedimenti - sono stati denunciati per la “violazione dell’art. 6 bis e ter della Legge 401/89” e per loro è scattato il Daspo. Sono scattate le manette, invece, per Kevin P. un tifoso rossonero di diciannove anni, residente a Monza, che sarebbe tra gli esecutori materiali dell’aggressione ed è accusato di tentato omicidio. 

Durante le perquisizioni, ha reso noto la questura, sono stati sequestrati sette coltelli e mazze di legno - trovati proprio nei pressi del bar di via Leone IV, e - all’interno di uno dei tre pullman - un’altra mazza di legno, vari cacciaviti, fumogeni, due bomboni, hashish e marijuana.

Al momento non sono chiare le motivazioni alla base dell'assalto al locale, né le identità dei feriti. Quel che è certo è che tra la Milano e la Roma calcistica non scorre buon sangue, dopo l'omicidio - nel 1989 - di Antonio De Falchi, il tifoso giallorosso diciannovenne rimasto ucciso in un agguato dei supporters rossoneri fuori da San Siro prima di un Milan-Roma. 

I tifosi giallorossi, infatti, avevano protestato e non poco contro la Lega per la scelta di destinare ai milanisti la curva Sud, storica "casa" del tifo romanista. Prima e durante la gara, però, tutto sembrava essere andato per il meglio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Clienti delusi dal villaggio di Natale di Milano, proteste sui social e richieste di rimborso

  • Incidente in viale Bezzi, schianto tra un filobus della 91 e un camion per la raccolta rifiuti

  • Shirley, la baby sitter morta nello schianto tra un pullman Atm e un camion Amsa a Milano

  • Villaggio di Natale di San Siro, l'organizzazione ai clienti delusi: 'Le criticità verranno risolte'

  • Milano, rapinato il ristoratore dei vip: "Pistola contro per rubarmi soldi contanti e orologio"

  • "Puoi spostarti?": ragazza prende a schiaffi un uomo sull'autobus Atm, ma lui è sordomuto

Torna su
MilanoToday è in caricamento