Fidanzati milanisti "sbagliano" curva: aggrediti e picchiati allo stadio durante Bologna-Milan

I due, lei 24 anni e lui 28, hanno visto Bologna-Milan nella curva di casa. Ed è finita male

La curva Bulgarelli del Dall'Ara

"Ci hanno buttati fuori dalle gradinate a spintoni, calci, pugni e schiaffi senza che nessuno, dico nessuno, intervenisse in nostra difesa contro i più esagitati". Si è chiusa così, con tanta amarezza, la domenica allo stadio di due fidanzati - ventiquattro anni lei, ventotto lui - che avevano deciso di andare al Dall'Ara per assistere a Bologna-Milan, poi finita 1-2 per i ragazzi di Gattuso

I due, stando a quanto raccontato da loro stessi a "Repubblica Bologna", sono simpatizzanti dei rossoneri e una settimana prima della gara hanno acquistato i biglietti per la partita, scegliendo però la "curva Bulgarelli", storicamente casa del cuore caldo del tifo rossoblù. Lì, evidentemente la loro presenza non è stata gradita e la situazione è precipitata in pochi attimi. 

A spiegarlo è stata la stessa 24enne, che insieme al fidanzato ha già presentato denuncia alla polizia. 

"Non avevamo addosso sciarpe del Milan o altri segni riconoscibili - il suo racconto a Repubblica -. Ce ne stavamo buoni e zitti a vedere le partita nel posto assegnato, verso i distinti, anche se ci sentivamo guardati in modo ostile dalle persone intorno. Dopo il primo gol del Milan non abbiamo esultato, ma intorno a noi hanno iniziato a insultarci sempre più pesantemente e a spintonarci. Sebbene non reagissimo per evitare che precipitasse, hanno cominciato a rivolgerci insulti sempre più allucinanti, mai sentite cose del genere, a minacciarci addirittura di morte per poi passare all'aggressione fisica. In poche parole - ha continuato la ragazza - ci hanno buttati fuori dalle gradinate a spintoni, calci, pugni e schiaffi senza che nessuno, dico nessuno, intervenisse in nostra difesa contro i più esagitati".

Spaventati, i due hanno così cercato di uscire dallo stadio e - ha spiegato la giovane - "abbiamo chiesto protezione a uno steward che però, per farla breve, ci ha detto che eravamo noi in difetto avendo sbagliato settore e che questi episodi sono la normalità". 

Una volta fuori dalla curva, i fidanzati si sono rivolti a un carabiniere e alla Digos, che - proprio grazie all'aiuto della coppia - sarebbe già riuscita ad identificare almeno quattro persone.

Dopo aver formalizzato la denuncia con gli agenti, i ragazzi sono andati in ospedale: lei è stata dimessa con dieci giorni di prognosi e lui con quindici. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Sono stata incastrata", la comandante della Locale pizzicata con la coca denuncia i carabinieri

  • Mafia, a Milano il prefetto chiude L’Antica pizzeria da Michele, storico locale napoletano

  • Grave incidente in autostrada A4, auto ribaltata: giovane 27enne rianimato sul posto

  • Incidente davanti al treno deragliato: Madeline è morta a 21 anni uccisa dal pirata fatto di coca

  • Distratti dal treno deragliato, incidente sull'A1: morta ragazza di 21 anni, feriti gravi tre amici

  • Peschiera, scheletro trovato in una cascina abbandonata: è di un uomo morto da mesi

Torna su
MilanoToday è in caricamento