Guida ubriaco autobus con scolaresca in gita: professore lancia l'allarme

Sul mezzo viaggiavano alcuni ragazzi della scuola media Aldo Moro di Ceriano Laghetto, in Brianza. La polizia stradale ha fermato il conducente sull'autostrada A1, vicino a Parma

I controlli

Guidava ubriaco l'autobus su cui viaggiavano alcuni studenti della scuola media Aldo Moro di Ceriano Laghetto, che dalla Brianza erano diretti in Toscana. Ad accorgersi che il conducente del mezzo non era lucido e a mettere in salvo la scolaresca ci ha pensato un professore che ha dato l'allarme.

E' successo mercoledì mattina, nei pressi di Parma, lungo l'autostrada A1 dove all'altezza di Fontanellato è intervenuta una pattuglia della polizia stradale. ll pullman con 23 ragazzini a bordo era diretto nella provincia di Grosseto. Il mezzo, fortunatamente, è stato fermato prima di giungere a destinazione.

Conducente guidava ubriaco

Secondo il testimone che ha allertato il 113 il conducente del pullman era in palese stato d'ebbrezza. Una pattuglia della polizia stradale di Parma, nei pressi di Fontanellato, ha intercettato - in seguito al coordinamento delle attività di Polizia - il veicolo imponendogli l'alt. Il guidatore, un italiano di 52 anni residente nella provincia di Varese, è stato sottoposto al test con etilometro. Aveva un tasso di concentrazione alcolemica superiore al 2 gr/l, quattro volte il limite consentito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rischia arresto e multa fino a 9mila euro

La normativa prevede al riguardo che i conducenti professionali debbano circolare con tasso pari a 0 gr/l. La pena contestata prevede l’arresto fino a 1 anno e 6 mesi e un’ammenda sino a 9.000 euro. La violazione, da cui consegue la revoca della patente di guida, costituisce la giusta causa di licenziamento. I ragazzi in gita hanno atteso l’arrivo di un autobus, prontamente messo a disposizione da una impresa della provincia di Parma, e dopo essere stati rifocillati anche grazie all’intervento del personale della Società Concessionaria con bevande e snack, sono ripartiti per la loro destinazione intorno alle 11.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'odissea sul Ryanair: imbarco negato con il biglietto e ragazzo 'abbandonato' in aeroporto

  • Uccide soffocando i suoi due figli gemelli. Aveva scritto sms alla madre: "Non li rivedrai più"

  • Consultori di Milano: indirizzi, orari e numeri utili

  • Accoltellato mentre cammina nei pressi del Parco Trotter, grave un 30enne all'alba

  • Omicidio in via Trilussa a Milano, sale dal vicino nel cuore della notte e lo uccide

  • Elena e Diego, i gemellini milanesi uccisi dal loro papà: ecco le prime verità dell'autopsia

Torna su
MilanoToday è in caricamento