Ubriaco tenta di sfondare la porta di casa per picchiare la moglie: arrestato pregiudicato

La donna in passato era già finita in ospedale a causa delle botte del compagno

Immagine repertorio

Ha preso a calci e pugni la porta fino a sfondarla, urlando in preda ai fumi dell'alcol.

È successo venerdì sera a Vaprio d'Adda dove sono dovuti intervenire i carabinieri della stazione di Trezzo sull'Adda in supporto ai colleghi per fermare un marocchino 26enne pregiudicato che, ubriaco, stava tentando di sfondare la porta d’ingresso della sua abitazione per aggredire la moglie.

La donna, terrorizzata, è riuscita a chiedere aiuto al 112 e ha lanciato l'allarme alle forze dell'ordine mentre si barricava nell'appartamento, riuscendo a trascinare davanti alla porta un armadio per impedire che l'uomo riuscisse ad aprire.

Mentre il 26enne era ancora intento a prendere a calci e pugni la porta sul posto sono arrivati i carabinieri che lo hanno bloccato e condotto in caserma. Dagli accertamenti dei militari è emerso che nei confronti della donna l'uomo avesse già avuto in passato atteggiamenti violenti tanto da far finire la compagna in ospedale più volte per medicare le lesioni subite. Per il marito violento dunque sono scattate le manette.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, guardia giurata travolge motociclista, vede che è morto e si spara in testa: il dramma

  • Giovane morto travolto da un treno del metrò: Cassazione condanna l'agente di stazione di Atm

  • Primark apre un altro negozio milanese: il 4 dicembre inaugura il mega store al Fiordaliso

  • Influencer per sfida in piazza Duomo, torna la seconda volta: identificata con l'autista

  • "Raffiche di vento fino a 75 chilometri orari": a Milano scatta l'allerta meteo gialla

  • Milano, uomo si spoglia su un tram in pieno giorno e tenta di violentare una studentessa

Torna su
MilanoToday è in caricamento