Prende il reddito di cittadinanza ma è venditore abusivo di t-shirt ai concerti di Assago: fermato

L'uomo è stato scoperto dalla guardia di finanza di Milano durante un controllo fuori dal Mediolanum Forum

Magliette contraffatte (repertorio)

Percepiva il reddito di cittadinanza e intanto però vendeva abusivamente gadget e abbigliamento in occasione dei concerti del Mediolanum Forum di Assago. A scoprirlo la guardia di finanza, che lo ha subito segnalato all'Inps perché gli venga tolto il beneficio.

Nel corso degli ultimi giorni le fiamme gialle della compagnia di Corsico hanno effettuato controlli fuori dal Mediolanum Forum di Assago e hanno fermato e multato 17 persone sorprese a vendere - senza alcuna autorizzazione - t-shirt, cappellini, fascette da concerto e poster in occasione dei concerti di Renato Zero, Gigi d'Alessio, Nino d'Angelo e Gazzelle. Tra questi anche il beneficiario del reddito di cittadinanza, che è stato segnalato anche alla Procura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I 500 gadget con nomi e volti degli artisti sono stati sequestrati. Alcune delle 17 persone fermate, inoltre, sono risultate già destinarie di provvedimenti di divieto di ritorno nel Comune di Assago, per questo nei loro confronti è scattata una denuncia.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quando si azzerano i contagi a Milano e in Lombardia: le prime previsioni

  • Coronavirus: contagi in calo in Lombardia, ma 458 morti in un giorno. A Milano 3.560 positivi

  • Coronavirus, per la Regione "dati confortanti" ma la crescita dei contagi (e dei morti) è senza fine

  • Coronavirus, ecco l'applicazione per il cellulare: "Vi chiediamo di scaricarla tutti"

  • Coronavirus, gli esperti bocciano l'apertura scaglionata: "Sì a un altro mese di chiusura"

  • Coronavirus, prese due aerei e un taxi per scappare da Milano: donna muore in Sicilia

Torna su
MilanoToday è in caricamento