Ruba l'eredità al fratello: vescovo condannato a risarcimento milionario

Monsignor Viganò dovrà restituire quasi due milioni di euro

Monsignor Viganò (Ansa/Foto)

Per aver sottratto l'eredità paterna al fratello, il vescovo ed ex Nunzio apostolico negli Usa, Carlo Maria Viganò è stato condannato a risarcire un milione e 824mila euro. Lo ha deciso lo scorso 9 ottobre un giudice monocratico civile di Milano.

In particolare, monsignor Viganò dovrà restituire al fratello Lorenzo, anche lui prete, quasi 2 milione di euro, per aver gestito autonomamente l'eredità avuta dal padre che, nel 2010, ammontava a 7 milioni in contanti e quasi 20 milioni e mezzo in beni immobili.

Nel corso della causa civile, è emerso che monsignor Viganò "ha beneficiato di operazioni per un importo netto di 3 milioni e 649mila euro" e "di fondi pagati a suo favore per 4 milioni e 800mila euro". Al fratello, invece, sono arrivati complessivamente un milione e 700 mila euro. Queste le circostanze che hanno fatto emettere al giudice Susanna Terni la sentenza attraverso cui l'ecclesiastico viene condannato al risarcimento, al fine di bilanciare tra i due fratelli i proventi dell'eredità del padre.

Potrebbe interessarti

  • Schiamazzi e lite furibonda all'una di notte in strada

  • Perchè è importante cambiare le lenzuola del letto

  • Pulizia della lavastoviglie: tutti i consigli utili

  • Come svegliarsi bene la mattina: 6 consigli pratici

I più letti della settimana

  • Follia sul bus a Milano, autista picchiato a sangue: la foto denuncia dell'occhio tumefatto

  • E' morto a Milano Enrico Nascimbeni, aveva 59 anni

  • Sciopero dei mezzi a Milano, giovedì stop a metro, tram e bus Atm: gli orari dell'agitazione

  • Meno di 300 euro per andare (e tornare) da Milano a New York: ecco il nuovo volo diretto

  • Assorbenti, coppette mestruali e sex toys: a Milano il primo negozio dedicato alla vagina

  • Ragazzo di ventidue anni sparito da oltre un mese: ritrovato a Milano, dormiva in strada

Torna su
MilanoToday è in caricamento