Ghisa libero dal servizio insegue un ladro con la bici del bike sharing: Beppe Sala lo ringrazia

L'inseguimento è durato oltre un chilometro. Il sindaco lo ha ringraziato su Facebook

L'agente Alessandro Romanazzi e il sindaco Beppe Sala (foto Fb)

Era libero dal servizio e stava pedalando su una bici del bike sharing, proprio come il ladro che pochi metri più in là si è avvicinato a una donna e le ha strappato di mano il telefono. Risultato? Un inseguimento in bicicletta terminato con l'arresto del malvivente. È successo a Milano nei giorni scorsi, come riportato su Facebook dal primo cittadino di Milano Giuseppe Sala che ha ringraziato pubblicamente il "ghisa": l'agente Alessandro Romanazzi.

Non solo. Il sindaco di Milano nel post ha parlato anche di biciclette rubate, dopo il maxi ritrovamento dei giorni scorsi. "Devo, innanzitutto, dare atto ai Consiglieri del Movimento Cinque Stelle di essere stati i primi a proporre un registro delle biciclette — ha dichiarato Beppe Sala —. Un tema quanto mai attuale, visto l’alto numero di furti che purtroppo avvengono nella nostra città. Con il comandante dei vigili Marco Ciacci ne abbiamo parlato e stiamo studiando la possibilità di chiedere ai cittadini di far applicare volontariamente sulle bici un Qr code, in modo tale che per la polizia locale sia più facile identificare le bici rubate". 

Contrastare i furti, ma non solo: il primo cittadino ha intenzione di garantire più sicurezza ai fattorini che si spostano con la bici: "È positivo che si stia sviluppando la consegna a domicilio su due ruote. Non bisogna però dimenticarsi della sicurezza. Per questo ho chiesto che vengano convocati i rappresentanti delle principali società del settore, per sensibilizzarli sulle maggiori criticità (luci spesso mancanti, guida contromano etc) e chiedere un loro attivo intervento".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

  • Coronavirus, i casi sono 14: gravissimo un 38enne, in isolamento la moglie e un amico

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, i contagi in Lombardia salgono a 14: "Dobbiamo contenere il virus in quell'area"

  • Milano, caso di coronavirus: vademecum sulla prevenzione, la trasmissione e l'esposizione

Torna su
MilanoToday è in caricamento