Consegnata a Libera una villa confiscata alla mafia

L'immobile è stato sequestrato a Trezzano sul Naviglio nel 2000. Ora avrà nuova vita

La villetta

Una villetta a tre piani, a Trezzano sul Naviglio, confiscata alla mafia nel 2000 è diventata il quartier generale di Libera, l'organizzazione di Don Ciotti che coordina le associazioni antimafia. L'immobile, in via Leonardo da Vinci 243, venne sequestrato al narcotrafficante Salvatore Di Marco.

Nella villa troveranno spazio una biblioteca e un negozio di prodotti provenienti, anch'essi, dai beni confiscati. Saranno anche organizzate attività ed eventi aperti al pubblico, in un territorio particolarmente "sensibile" dato che conta qualcosa come un immobile confiscato ogni mille abitanti.

La villetta è stata messa a bando dal commissario prefettizio Giuseppa Scaduto ed è stata intitolata ad Angelo Vassallo, sindaco di Pollica (Salerno) ucciso nel 2010 dalla camorra.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Video

    Aler, case popolari "abbandonate": la denuncia dei residenti di via Lope de Vega

  • Attualità

    I ristoranti e gli street food più buoni di Milano: ecco la guida dello chef stellato Andrea Berton

  • Meteo

    Raffiche di vento a 90 Km/h, poi temporale e "neve tonda": meteo pazzo a Milano

  • Politica

    Spazio pubblico da assegnare: «Ma no ad associazioni contro aborto e unioni civili»

I più letti della settimana

  • Incendio bus sulla Paullese: autista dirotta e dà fuoco al mezzo: "Voglio vendicare i morti in mare"

  • Fabrizio Corona torna in carcere: avrebbe violato le disposizioni del tribunale

  • Autista dirotta autobus con ragazzini e poi gli dà fuoco: "Da qui non esce vivo nessuno"

  • Meningite, morta Federica: ragazza di 24 anni

  • Travolta da un treno in stazione a Locate, 30enne perde entrambe le gambe: treni in tilt

  • Ragazzino fermato dalla polizia chiama i genitori, ma loro sono due ricercati: arrestati

Torna su
MilanoToday è in caricamento