Consegnata a Libera una villa confiscata alla mafia

L'immobile è stato sequestrato a Trezzano sul Naviglio nel 2000. Ora avrà nuova vita

La villetta

Una villetta a tre piani, a Trezzano sul Naviglio, confiscata alla mafia nel 2000 è diventata il quartier generale di Libera, l'organizzazione di Don Ciotti che coordina le associazioni antimafia. L'immobile, in via Leonardo da Vinci 243, venne sequestrato al narcotrafficante Salvatore Di Marco.

Nella villa troveranno spazio una biblioteca e un negozio di prodotti provenienti, anch'essi, dai beni confiscati. Saranno anche organizzate attività ed eventi aperti al pubblico, in un territorio particolarmente "sensibile" dato che conta qualcosa come un immobile confiscato ogni mille abitanti.

La villetta è stata messa a bando dal commissario prefettizio Giuseppa Scaduto ed è stata intitolata ad Angelo Vassallo, sindaco di Pollica (Salerno) ucciso nel 2010 dalla camorra.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Economia

    Westfield Milano: ecco il centro commerciale “più grande d’Europa”, tra lusso e negozi

  • Video

    Cannabis davanti alla Regione, Cappato ancora fermato dalla Digos

  • Meteo

    Temporali, grandine e vento forte: allerta meteo a Milano, Seveso e Lambro a rischio

  • Video

    Un libro in pelle umana, a Milano uno dei pochissimi volumi al mondo

I più letti della settimana

  • Sciopero Atm a Milano: lunedì 26 giugno metro, tram e autobus saranno regolari

  • Paura in un supermercato Esselunga: c'è un serpente di un metro e mezzo in un carrello

  • Sciopero Atm a Milano: lunedì 26 giugno metro, tram e autobus a rischio per quattro ore

  • Giovane tenta di rapinare un uomo sul tram 1 ma la vittima lo accoltella con le forbici

  • S'innamora di una sconosciuta in un hotel e trasforma la sua vita in un inferno: arrestato

  • Evacuata la fermata metro della Stazione Centrale: linee M2 e M3 sospese per 'verifiche'

Torna su
MilanoToday è in caricamento