A Milano il primo "villaggio dei senzatetto" d'Italia: è all'ex campo rom

Alcune casette già posizionate dai City Angels. Anche sale mensa, mostre d'arte, ambulatorio medico e palestra. Obiettivo, arrivare ad ospitare 300 clochard

Uno dei container

Sta per essere inaugurata l'Oasi dei clochard, un esperimento che arriva per la prima volta in Italia. Si tratta di un nuovo modo di accogliere i senzatetto, non nei classici dormitori ma in un vero e proprio villaggio. Un ampio spazio con casette prefabbricate, alcune delle quali adibite a mensa, ambulatorio, biblioteca, palestra e sala per corsi di formazione ed eventi culturali.

L'Oasi è stata pensata dai City Angels e sorge in via Lombroso, in un'area di fronte al mercato ortofrutticolo adibito, fino a poco tempo fa, a centro accoglienza per rom. In meno di due mesi, i City Angels lo hanno ripulito posizionando le prime case. Già ora vi abitano circa settanta senzatetto, ma il Comune di Milano vorrebbe portare a trecento il numero di ospiti.

Il villaggio verrà inaugurato mercoledì 22 marzo alle 12 dall'assessore alle politiche sociali Pierfrancesco Majorino, dal presidente del Municipio 4 Paolo Bassi e dal presidente dei City Angels Mario Furlan. Presenti, tra gli altri, anche Franco Buzzi, monsignore e prefetto della Biblioteca Ambrosiana, che benedirà il villaggio, Mohsen Mouelhi, Imam, che condurrà una preghiera musulmana, e Raffaele Besso, presidente della Comunità ebraica di Milano.

Nel villaggio saranno organizzati anche eventi culturali. Il primo è una mostra di dipinti sul tema dei senza fissa dimora, opera dell'artista Egidio Guarino. Sarà infine possibile affittare le casette, "adottandole" con un contributo. Sulla casa verrà apposta una targa con il nome.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quest’ultimo ha creato alcune casette per i clochard, in stile rinascimentale, che sono presenti nell’Oasi. Le casette dei senzatetto vengono affittate dai City Angels. Chi vorrà potrà contribuire adottandone una: sulla casa verrà apposta una targa con il suo nome. Ha iniziato Daniela Javarone, madrina dei City Angels: mercoledì inaugurerà “Casa Daniela”. L’appuntamento è dunque per mercoledì 22 marzo, alle ore 12.00, in via Cesare Lombroso, 99 (di fronte al mercato ortofrutticolo e accanto alla massicciata ferroviaria). I City Angels, volontari di strada d’emergenza, sono stati fondati a Milano nel 1994 da Mario Furlan, giornalista e docente universitario di Motivazione e Crescita personale. Oggi sono presenti in 17 città italiane e a Lugano, in Svizzera, con oltre 500 volontari, di cui il 50,4% sono donne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'allarme dei medici di Milano: "Prepararsi a stagione influenzale o sarà crisi"

  • Milano, folle abbandona la mamma sull'A7, poi picchia un tranviere e si mette a guidare il tram

  • Covid, nuova ordinanza sulle mascherine in Lombardia: quando è obbligatoria, quando no

  • Orrore a Milano, stuprata in pieno giorno sul Monte Stella: indaga la polizia

  • Accoltellato sull'autobus a Milano, 23enne gravissimo in ospedale

  • Follia alla Darsena: due ragazzi gettano in acqua un venditore di rose e poi scappano

Torna su
MilanoToday è in caricamento