Violenza sessuale in metro, linea rossa: manager 40enne palpeggia una ragazzina di 14 anni

Il fatto è avvenuto venerdì sera

Immagine di repertorio

Un uomo di 49 anni, Nicola G., incensurato e dirigente di un'azienda farmaceutica, è stato arrestato dalla polizia a Milano in seguito ad una violenza sessuale contro una minorenne in metropolitana. L'episodio si è verificato nel tardo pomeriggio di venerdì. 

Dopo averla seguita a lungo con lo sguardo, il manager si è messo dietro alla ragazzina (14 anni) ed cominciato a palpeggiarle il sedere. La giovane, in gita scolastica dalla Francia, si è messa ad urlare. In quel momento sono intervenuti gli agenti della polmetro in borghese, che da un po' stavano osservando gli atteggiamenti di quell'uomo sospetto. Il soggetto è stato arrestato per violenza sessuale, (art. 609 bis del codice penale). 

Il fatto è avvenuto all'interno di un convoglio della linea rossa (M1), altezza fermata Buonarroti.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Puzza a Milano, odore fortissimo invade la città: boom di segnalazioni. La spiegazione

  • Il pusher gli vende la carta: lui lo scaraventa nel vuoto per ammazzarlo, tradito dal video

  • Morto Manuel Frattini a Milano: infarto durante una serata di beneficenza

  • Milano, incidente tra un bus e un'auto in via Giordani: una donna in coma e due bimbi feriti

  • Milano, dramma a scuola: bimbo di cinque anni precipita nel vuoto dalle scale, è gravissimo

  • Sciopero generale a Milano, rischio caos per i mezzi: stop di 24 ore a metro, bus Atm e treni

Torna su
MilanoToday è in caricamento