menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Ancora violenza, donna sfugge al mostro in via Bruzzesi

Sorpresa sul pianerottolo, costretta a rientrare nell'appartamento, derubata di poche cose e poi sbattuta sul letto. Ma implora pietà e l'aggressore desiste scappando con la refurtiva

Via Bruzzesi

A 24 ore dall'aggressione a Villa Litta ai danni di una donna di 40 anni, si viene a sapere di altre due aggressioni a sfondo sessuale a Milano. Una delle due vittime (66enne) è stata sorpresa in via Bruzzesi (Lorenteggio), sul pianerottolo, mentre usciva di casa per fare la spesa, nella mattinata di giovedì. L'uomo che l'ha aggredita parlava italiano ma aveva il volto coperto col passamontagna. E una pistola in mano.

L'ha strattonata e spinta dentro l'appartamento, rapinandola di 30 euro, della fede nuziale e di una catenina. Poi l'ha obbligata ad andare in camera da letto, cominciando a palpeggiarla. Ma la donna, che ha riferito di avere a quel punto implorato pietà all'aggressore, è riuscita a farlo desistere da peggiori intenti. L'uomo si è quindi allontanato con la refurtiva, mentre la donna è stata portata al San Paolo per accertamenti medici.

Non è stato l'unico caso della giornata. Un altro ha avuto per sfortunata protagonista una ragazza camerunense, in zona Gorla: è stata violentata dall'amico connazionale che la ospitava, e che poi è stato arrestato.

Potrebbe interessarti


Commenti (1)

  • Avatar anonimo di luciana zanelli
    luciana zanelli

    ma che schifo di mondo! Le autorità facciano qualcosa siamo proprio caduti in basso

Più letti della settimana

Torna su