Volontario di un'ambulanza aggredito al bar: folle gli lancia un bicchiere contro e lo picchia

L'aggressore, ubriaco, è stato fermato dalla polizia. Ha anche danneggiato l'ambulanza

Foto repertorio

È entrato in un bar in un attimo di pausa. E lì, suo malgrado, ha dovuto fare i conti con la rabbia e la violenza di un uomo che non aveva mai visto prima. Follia giovedì mattina in un locale di piazzale Maciachini a Milano, dove un volontario di un'ambulanza - un italiano di cinquantanove anni - è stato aggredito da un 32enne brasiliano. 

Tutto è successo verso le 12.30. L'aggressore, senza nessun motivo, ha scagliato un bicchiere di vino contro il paramedico dell'associazione Casa Intersanit, colpendolo al petto, e poi lo ha raggiunto aggredendolo fisicamente. Quando il volontario si è rifugiato nell'ambulanza, il folle ha iniziato a prendere a calci e pugni il mezzo, danneggiandolo. 

A mettere fine alla violenza sono stati i poliziotti, allertati dal titolare del bar. Alla vista degli agenti, il 32enne - che ha precedenti ed era completamente ubriaco - ha cercato di scagliarsi anche contro di loro, che però sono riusciti a bloccarlo. 

La vittima, fortunatamente, non ha avuto bisogno del ricovero all'ospedale, nonostante il grande spavento. L'esagitato, invece, è stato arrestato con le accuse di resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato e lesioni personali. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio alla guida, accosta e ferma i vigili: "Documenti grazie, devo farvi la multa"

  • Milano, incidente in via Trevi: Smart si ribalta e piomba dentro al negozio di kebab, un morto

  • Incidente fra tre camion sull'A4, autostrada chiusa e traffico in tilt: i percorsi alternativi

  • Milano, festino a base di cocaina, hashish e marijuana nell'hotel di lusso: arrestato 32enne

  • Margherita, Capricciosa e droga: arrestato titolare di una pizzeria, spacciava nel locale

  • Riapre corso Plebisciti: via libera alle auto dal 29 gennaio, come cambiano i mezzi Atm

Torna su
MilanoToday è in caricamento