Muffin, torta, salsicce e bacon: la classifica dei dieci migliori brunch di tutta Milano

Dieci locali dove fondere colazione e pranzo per i giorni in cui si ha davvero fame. Si passa da bar storici a ristoranti di recente apertura. Ecco la classifica completa stilata da Vanityfair

Il bruch di Vanilla Bakery - Foto da Fb

La parola d’ordine è una sola: mangiare. Mangiare dolci, passare al salato e tornare al dolce. Senza distinzione e senza orario. In una sola parola: brunch. Anche a Milano, città sempre al passo e aggiornata in tema di tendenze, nell’ultimo periodo “spopola” il brunch, quel misto tra prima colazione e pranzo spesso ideale per la domenica, quando le sveglie smettono di fare il loro dovere. 

Vanityfair si è sbizzarrita alla ricerca dei migliori brunch meneghini e ha stilato la top ten dei locali che offrono la migliore combo “colazione-pranzo”. 

“Nel brunch c'è tutto - si legge su Vanityfair -, pane, marmellata, brioche, succhi, torte, salsicce, bacon e le uova. Fondamentali, tra l'altro, dopo aver bevuto qualche bicchiere di troppo il sabato sera perché contengono cisteina, amminoaicido che aiuta a smaltire facilmente l'alcol”.

“Serve un posto in cui si mangi bene - e abbastanza per placare la fame -, e si senta anche che è domenica perché l'atmosfera è rilassata, allegra e possibilmente non troppo formale”.

Al primo posto Vanityfair piazza Vanilla Bakery, locale nei pressi di piazza Piemonte dai forti sapori americani. Immancabili, naturalmente, uova, bagel, hamburger e patatine, alternati con cupcake e muffin. 

Al secondo posto si accomoda invece Peck, nome storico della gastronomia milanese. Nel locale a due passi dal Duomo, il che fa inevitabilmente salire il prezzo, si pososno gustare sushi, salumi, primi e dolci. Da Peck, inoltre, è possibile “giocare” e sbizzarrirsi con le uova. 

A chiudere il podio ci pensa Santeria, dove menù vegeteriani, vegani e per “onnivori” si alternano a scaffali pieni di libri e vinili e a postazioni per il coworking. Al quarto posto, nella classifica di Vanityfair, si trova Chateu Monfort, dove il brunch è diverso ogni domenica ed è curato da uno chef stellato. 

Al quinto posto un locale che per i milanesi non ha bisogno di presentazioni, Le biciclette. Locale curato, ma informale, buona musica, opere d’arte e naturalmente il brunch: torte, crostate, dolcetti, salsiccette, hamburger e bacon in quantità. 

Al sesto posto Vanityfair piazza, invece, un ristorante di lusso, l’Armani. A un brunch squisito si ha la fortuna di accompagnare una superba vista sul cuore di Milano. Prezzo naturalmente un po’ sopra la media. 

Il settimo posto va a Caffè Gorille, in zona Isola. “Questo bistrot - scrive Vanityfair - ha aperto da pochi mesi e si è subito guadagnato un posto tra gli indirizzi da frequentare. Perché è bello, i gestori simpatici, si mangia bene”. All’ottavo posto tanto sapore e tanto divertimento per i più piccolo da Doudou, metro Domodossola, super indicato per le famiglie con bambini, che nella ludoteca troveranno sicuramente da fare. 

Nono gradino della classifica per Isa e Vane, zona porta Romano, che offre quattro alternative per il brunch della domenica, il classico stile americano, l’alternativa al pesce con salmone, quella vegetariana e una quarta strada che include le altre tre proposte. 

A chiudere la classifica ci pensa Califronia Bakery, tra i primi a portare a Milano l’idea di brunch e punto fermo per chi la domenica ha tanta ma tanta fame. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Shirley, la baby sitter morta nello schianto tra un pullman Atm e un camion Amsa a Milano

  • Villaggio di Natale di San Siro, l'organizzazione ai clienti delusi: 'Le criticità verranno risolte'

  • Milano, Carrefour compra 28 supermercati Auchan da Conad: "Nessun esubero"

  • Milano, rapinato il ristoratore dei vip: "Pistola contro per rubarmi soldi contanti e orologio"

  • Incidente tra filobus Atm e camion Amsa: indagati per omicidio stradale i conducenti

  • Milano, sciopero Trenord in arrivo: treni a rischio per 24 ore e nessuna fascia di garanzia

Torna su
MilanoToday è in caricamento