Milano, l'Attila incanta la Scala: quattordici minuti di applausi, tensioni in piazza

Presente in sala anche il Presidente della Repubblica, attimi di tensione in piazza

Mattarella alla Prima della Scala (ANSA/Paolo Giandotti )

Quattordici minuti di applausi alla Prima della Scala per l'Attila di Verdi. Grande successo, quindi, per  l'opera diretta dal maestro Riccardo Chailly e per la messa in scena del regista Davide Livermore. All'evento — dopo due anni di assenza — ha partecipato anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Mattarella è stato accolto da un lungo e caloroso applauso dalla platea. Dal pubblico, oltre 2mila i presenti, è partito anche qualche 'bravo' all'indirizzo del Capo della Scala che assiste dal palco reale, insieme alle altre autorità presenti, all'opera di Giuseppe Verdi. E proprio Mattarella è stato il protagonista indiscusso dell'appuntamento milanese. Poco il governo presente a dispetto delle attese, con solo due ministri  (Giovanni Tria e Alberto Bonisoli) a rappresentare l'esecutivo.

Sala: "MIlano vuole bene al presidente Mattarella"

"Milano vuole molto bene al Presidente Mattarella", ha commentato il primo cittadino Beppe Sala. "Tutte le volte che viene, Milano gli dimostra un grande affetto. Abbiamo bisogno di Mattarella e dimostriamo vicinanza al Presidente della Repubblica", ha proseguito. "Milano è forte ma non ha la presunzione di fare le cose da sola, è importante la sua presenza e vuol dire un avvicinamento delle istituzioni e del nostro Paese a Milano", ha concluso Sala. Riguardo l'opera Sala ha commentato: "Meravigliosa, sia per gli interpreti che per la regia, per le scene e il coro. È un’opera che esalta il coro. Mi pare che l’umore che si raccoglie è molto positivo - ha proseguito Sala -. È una storia antica che è resa in maniera contemporanea con grandissimi interpreti".

La protesta fuori dal teatro

Mentre i primi spettatori iniziavano ad arrivare al teatro, I militanti del centro sociale Cantiere hanno lanciato vernice bianca, ortaggi e uova contro gli agenti della polizia in tenuta antisommossa che si erano disposti davanti al palazzo che ospita la Società del Giardino in via San Paolo, dove è prevista la cena di gala dopo la prima. I contestatori hanno poi acceso un fumogeno ed esposto uno striscione contro Salvini, Macron, Trump e Boslonaro. Successivamente il gruppo è partito verso Corso Vittorio Emanuele e ha raggiunto piazza della Scala dopo aver attraversato la Galleria. Decreto legge sicurezza, ma non zolo: tra i cori di protesta c'è anche la Tav che domani porterà in piazza a Torino il movimento che si oppone alla Torino-Lione.

La replica di Matteo Salvini

"Mi hanno segnalato che alla prima della Scala ci sono i soliti cretini dei centri sociali che hanno buttato uova e ortaggi contro le poliziotte e i poliziotti, dovrebbero sciacquarsi la bocca, quei ragazzi rischiano la vita per 1200 euro al mese, spero passino del tempo in galera. Se le facessero al tegamino le uova", così il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, intervistato da Barbara d’Urso a Pomeriggio Cinque su Canale5.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Cesano, travolta da un bus Atm mentre attraversa sulle strisce: è grave

  • Milano, turista sequestrata e violentata dentro un McDonald's: le fratturano anche il naso

  • Un ponte sospeso, store "sperimentali", 190 negozi: ecco il nuovo mega mall di Milano

  • Scuole, ecco i licei e gli istituti di Milano dove il diploma vale oro: la classifica completa 2019

  • Metro linea gialla M3: uomo perde la vita, circolazione bloccata

  • Milano, mega incendio in una palazzina in via Della Torre: 50 evacuati, due bimbi in ospedale

Torna su
MilanoToday è in caricamento