Le aziende in mano alla mafia danno lavoro, quelle confiscate no

L'allarme e' di Assolombarda sulla base di dati dell'Agenzia nazionale per i beni confiscati. Un dato preoccupante per l'economia sana

Solo quattro aziende su cento confiscate alle mafie sono ancora attive oggi sul mercato. L'allarme e' di Assolombarda sulla base di dati dell'Agenzia nazionale per i beni confiscati. Un dato preoccupante per l'economia sana.

Il presidente di Assolombarda Alberto Meomartini spiega che finche' le imprese 'sono in mano alla mafia funzionano e danno lavoro, mentre dopo il sequestro muoiono'.

Per aiutare queste imprese a rilanciarsi, Assolombarda ha selezionato 63 manager, inseriti in una 'white list' consegnata alle Autorità dello Stato

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Bareggio, trovato morto l'anziano che si era perso in campagna dopo l'incidente

  • Cercano di accoltellare Brumotti in centro a Monza: salvato dal giubbotto antiproiettile

  • Sete dopo la pizza? Ecco perchè ti viene

  • Milano, tentato suicidio in metro: donna si lancia sui binari della rossa, ferma la M1

  • Milano, tragedia nel cantiere della metro M4: Raffaele, l'uomo morto schiacciato dai detriti

  • Gabriele e Risqi, morti nel tragico schianto in autostrada: la loro auto è finita sotto un tir

Torna su
MilanoToday è in caricamento